BTP e investitori stranieri: cambio di rotta per i titoli di Stato. Che succede?

BTP e investitori stranieri: c’è un cambio di rotta sull’acquisto dei titoli di Stato. Che succede?

BTP e investitori stranieri: cambio di rotta per i titoli di Stato. Che succede?

BTP e investitori stranieri: c’è un cambio di rotta rispetto a quanto registrato in estate. A confermarlo sono i dati resi noti da Bankitalia, che ha pubblicato il report relativo al mese di settembre 2019.

Ad agosto l’acquisto dall’estero di titoli di Stato italiani era stato pari a 10 miliardi di euro. Stando ai numeri appena diffusi, il mese successivo è stato caratterizzato dalla cessione di BTP, scaricati dai portafogli di investimento degli stranieri.

Il comparto titoli pubblici, quindi, è tornato a soffrire e le passività sull’estero sono salite. Il documento di Bankitalia mette in evidenza quanto vale per il l’Italia il cambio di rotta nel rapporto BTP-investitori stranieri.

BTP e investitori stranieri: quanto vale la fuga dai titoli di Stato

Il dato in focus sugli investitori stranieri registrato nel mese di settembre è la vendita di BTP per un valore di 7,7 miliardi di euro. La cessione netta di titoli di portafoglio italiani è stata pari a 4,2 miliardi.

I numeri, quindi, confermano una tendenza del tutto opposta a quella estiva di agosto, quando si era verificato un buon livello di acquisto. Gli investitori stranieri sono tornati a disfarsi dei buoni del tesoro italiani, secondo nuove valutazioni sul rendimento.

Cosa dice il report di Bankitalia

L’aggiornamento di Bankitalia sulla vendita dei titoli di Stato da parte degli stranieri si affianca ad altri importanti dati che riguardano l’Italia.

In particolare, la nota afferma che le passività nette sull’estero sono aumentate a 19,5 miliardi di euro. Il report spiega questa crescita come il risultato di:

“afflussi di capitali per ‘altri investimenti’ (26,0 miliardi), solo in parte compensati dai deflussi dovuti al calo (di 2,3 miliardi) degli investimenti diretti dall’estero e alle vendite nette di titoli di portafoglio italiani (4,2 miliardi) da parte degli investitori esteri, concentrate nel comparto dei titoli pubblici (7,7 miliardi, in prevalenza BTP).”

Per quanto riguarda la bilancia dei pagamenti, il surplus italiano a settembre è stato di 51,5 miliardi di euro, superando di 3,4 miliardi il livello dello stesso periodo 2018. L’espansione del surplus mercantile ha trainato il miglioramento.

Nell’ambito delle attività acquisite sull’estero, il valore netto è stato di 46,7 miliardi. Un risultato positivo, al quale si contrappone l’aumento di passività nel comparto investimenti di portafoglio.

Iscriviti alla newsletter Risparmio e Investimenti per ricevere le news su BTP

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \