Australia: rallenta il mercato del lavoro, scende la fiducia dei consumatori e si riaffaccia l’inflazione

Prima o poi doveva succedere: l’Australia dà i primi segnali di rallentamento del mercato del lavoro. A gennaio sale il tasso di disoccupazione che arriva al 6% dal 5,8% precedente e delle attese.

I dati pubblicati sono peggiori delle previsioni degli analisti che indicavano una salita di 15.000 unità: scende di 3700 unità il numero degli occupati dopo il calo di 22.600 del mese precedente.

Il peggioramento del mercato dell’occupazione è solo l’ultimo di una serie di dati congiunturali che stanno mostrando segnali di rallentamento dell’economia del Paese che sembrava non potesse arrestarsi mai. Solo ieri è stato svelato il dato sulla fiducia dei consumatori australiani anch’esso in pesante calo rispetto ai mesi precedenti e alle attese. Inoltre nel Paese si sta riaffacciando lo spettro dell’inflazione confermando che i tentativi della banca centrale di stimolare la domanda interna hanno avuto effetti limitati.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Argomenti:

Australia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.