Apple, Siri 2: ecco come sarà il nuovo assistente vocale dell’iPhone 7

Siri 2: la Apple è pronta a lanciare sul mercato una nuova versione aggiornata del suo assistente vocale. Ecco perché sarà il migliore di sempre.

Apple, ultime notizie: è in arrivo Siri 2, la versione aggiornata dell’assistente virtuale realizzato dall’azienda di Cupertino.

Lo scorso anno la Apple ha acquistato la VocalIQ, una startup inglese che ha prodotto una nuova tecnologia per il riconoscimento vocale in grado di comprendere il contesto delle domande così da rispondere a quesiti complessi ed articolati.

La Apple ha scelto di integrare la nuova tecnologia all’interno di Siri, sviluppando un assistente vocale totalmente nuovo che con ogni probabilità verrà presentato durante il WWDC 2016, evento che si terrà tra il 13 e il 17 giugno durante il quale verrà svelato anche iOS 10, la versione aggiornata del sistema operativo per iPhone, iPad, e iPod.

Il nuovo assistente vocale si chiamerà Siri 2? Secondo le ultime anticipazioni sulla Apple, questo dovrebbe essere il nome scelto per il nuovo assistente vocale. Tuttavia, bisogna considerare che in base a quanto è successo in passato il nome del nuovo assistente vocale potrebbe essere un altro.

Infatti, Siri prende il nome dalla startup che lo ha prodotto e che Apple ha acquistato nel 2010. Anche questa volta quindi l’azienda di Cupertino potrebbe rendere merito all’azienda che ha partecipato allo sviluppo e per questo il nome scelto potrebbe essere un’unione tra Siri e la VocalIQ.

Quali sono le novità del Siri 2? Per quale motivo l’assistente vocale rivoluzionerà il modo di interagire con iPhone, iPad e iPod? Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’assistente vocale di Appe nato dalla collaborazione tra Siri e la VocalIQ.

Siri 2: come cambia l’assistente vocale di Apple?

Grazie alla tecnologia sviluppata dalla VocalIQ, il nuovo Siri sarà migliore di Cortana, Google Now e di qualsiasi altro assistente vocale presente sul mercato. Infatti, grazie alla collaborazione con la VocalIQ, Siri 2 sarà in grado di memorizzare il contesto della domanda, così da rispondere in maniera adeguata e pertinente. Insomma, Siri 2 sarà in grado di ragionare.

Infatti, come dichiarato dalla VocalIQ, il nuovo assistente vocale utilizza un algoritmo che migliora grazie alle varie richieste degli utenti. Siri 2 sarà più umano, poiché con il passare del tempo riuscirà a rispondere a quesiti sempre più complessi ed articolati.

Ad esempio, come riportato da Business Insider, Siri 2 potrà rispondere a domande come: “trovami un ristorante cinese, con parcheggio gratuito e Wi-Fi e che sia adatto ai bambini”. Come potete vedere, Siri 2 riuscirà a fare delle ricerche in base a 4 fattori richiesti dall’utente: tipologia della cucina, parcheggio, Wi-Fi e consigliato per i bambini.

Con il vecchio Siri le probabilità di successo di questa ricerca erano del 20%, ma grazie alla nuova tecnologia sviluppata dalla VocaIQ la percentuale salirà al 90%.

Inoltre, l’assistente vocale di VocalIQ per funzionare non avrà bisogno che l’utente interagisca con il display del dispositivo, come invece accade con Siri. Questo infatti riuscirà a leggere con molta precisione la voce dell’utente poiché è in grado di eliminare i rumori di fondo in maniera intelligente.

Siri 2 sarà disponibile per app di terze parti

Un’altra novità riguarda l’apertura della Apple verso le applicazioni realizzate dagli sviluppatori di terze parti. Il nuovo Siri 2 infatti sarà compatibile con tutte le applicazioni, quindi sarà possibile prenotare un’auto tramite Uber, oppure si potrà chiedere a Whatsapp di inviare un messaggio a un proprio contatto.

Con la nuova versione di Siri quindi cadranno le restrizioni della Apple nei confronti delle applicazioni che non sono sviluppate dall’azienda di Cupertino. Infatti, le si potrà chiedere di compiere qualsiasi azione resa possibile da un’applicazione installata sul proprio smartphone.

Siri 2: sarà un’assistente vocale per la casa?

Il nuovo assistente molto probabilmente sarà integrato in iOS 10 e OS X 10.12, i sistemi operativi per iPhone, iPad, iPod Touch e computer Mac, che saranno rilasciati non più tardi di settembre 2016.

Nei piani della Apple però c’è quello di rendere Siri 2 un’assistente vocale in grado di interagire con tutti gli altri dispositivi smart presenti in casa.

Per farlo, l’azienda di Cupertino starebbe pensando di integrarla all’interno di un nuovo dispositivo dotato di speaker, microfono e di una fotocamera facciale in grado di riconoscere l’utente con cui sta interagendo. In questo modo le ricerche saranno diverse secondo la tipologia dell’utente che ha effettuato la richiesta.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia

Argomenti:

iPhone Apple

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.