Analisi azioni: tracollo Mediaset in Borsa, grave la rottura del supporto a 2,8 euro

Mediaset crolla inesorabilmente dopo il taglio della raccomandazione compiuto da Morgan Stanley. Crollato anche il supporto statico a 2,80 euro e ora il titolo potrebbe estendere i ribassi

I dati intraday e in tempo reale del Grafico MS sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

Tracollo di Mediaset questa mattina in Borsa. Mentre Piazza Affari e le borse del Vecchio continente festeggiano l’accordo trovato fra i leader europei nella prima giornata del summit Ue di Bruxelles, il titolo Mediaset accusa un pesante ribasso, unico titolo in rosso sul parterre di Borsa Italiana.

A pesare sul prezzo è il taglio alla raccomandazione compiuto da Morgan Stanley che ha ridotto il rating Mediaset a Underweight dal precedente Equalweight. Lo stesso analista, ora molto preoccupato della concorrenza di Netflix, ha tagliato i giudizi anche su altre tre grandi società europee della televisione.

Mediaset: grave la rottura dei supporti statici a 2,80 euro

Dal punto di vista tecnico Mediaset non si trova di certo in una situazione grafica che lascia molte speranze agli operatori rialzisti. Dal 21 dicembre 2016 il titolo ha iniziato una lenta e inesorabile discesa che ha logorato l’impulso rialzista messo in atto dal 29 novembre 2016. L’ultimo baluardo supportivo di area 2,80 euro è stato rotto durante la mattinata odierna e la situazione grafica si complica di molto.

Lo scenario non è certamente rialzista, il consiglio è quindi quello di non cercare di andare contro il trend prevalente e cercare invece di seguire il movimento ribassista che potrebbe ragionevolmente estendersi fino ad area 2,50 euro, quota dove il prezzo andrebbe al contatto con la linea di tendenza ascendente che collega i minimi del 9 novembre 2016 a 2,20 euro con quelli del 29 novembre 2016 a 2,216 euro.

Strategie operative su Mediaset


Grafico daily Mediaset; fonte: Bloomberg

Operativamente si potrebbe cercare di sfruttare un nuovo test dell’ex supporto di area 2,80 euro per entrare in posizione short e cercare di partecipare ad un’altra estensione dell’impulso ribassista. Per chi volesse seguire questa ipotesi, uno stop loss adeguato si potrebbe individuare in area 2,98 e l’obiettivo intermedio a 2,60. Come obiettivo finale per questa operazione si potrebbe prendere in considerazione il livello psicologico a 2,50 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Mediaset S.p.A.

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.