Analisi tecnica azioni: Mediaset verso la ricopertura del gap di inizio settimana

Mediaset sembra pronta ad invertire la rotta dopo l’ultimo allungo ribassista partito il 29 giugno scorso. A questo proposito l’analisi grafica dà buone indicazioni sull’operatività da seguire

Analisi tecnica azioni: Mediaset verso la ricopertura del gap di inizio settimana

La notizia del possibile ritorno al dividendo nel 2019 ha messo il turbo a Mediaset in Borsa. Oggi le quotazioni del Biscione hanno aperto sull’onda dell’entusiasmo portandosi velocemente sui massimi di inizio settimana, tentando la rapida ricopertura del gap ribassista lasciato aperto lo scorso lunedì.

Contestualizzando il movimento in un’ottica di medio-lungo termine però si può evincere come la battaglia tra compratori e venditori è ancora accesa, soprattutto in seguito alla rottura del pattern grafico triangolare in costruzione dal 29 maggio ed avente come base inferiore (supporto dinamico) la trendline che unisce i minimi del 30 maggio con quelli dell’8 giugno scorso.


Mediaset avanza verso la ricopertura del gap ribassista; fonte grafico: Bloomberg

Dopo lo sfogo al ribasso in area 2,60 euro Mediaset ha rimbalzato sul supporto dinamico ottenuto collegando i minimi del 9 novembre 2016 a 2,20 euro con quelli del 29 novembre 2016 a 2,216 euro e le quotazioni ora appaiono come calamitate dal gap down lasciato aperto lunedì 2 luglio in area 2,7146 euro.

Secondo la nostra visione un recupero di tale gap darebbe spazio ai corsi per guadagnare terreno fino alla resistenza statica situata in zona 2,8099 euro, livello ereditato dai minimi del 13 novembre 2017. Se il recupero dovesse protrarsi si potrebbero vedere ulteriori acquisti fino all’area di 2,877 euro ad azione, corrispondente al test del vecchio supporto dinamico ottenuto collegando i minimi del 30 maggio 2018 a 2,767 euro con quelli dell’8 giugno 2018 a 2,792 euro.

Se invece i corsi dovessero cedere sulla resistenza statica menzionata prima invece, è verosimile attendersi una rottura del supporto dinamico da dove è partito l’ultimo rimbalzo: in questo caso i prezzi potrebbero effettuare un’altra accelerazione a ribasso, il prossimo livello da monitorare in questo caso è individuabile in zona 2,21 euro ad azione.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Mediaset

Seguendo l’analisi tecnica quindi e tenendo presente che ci si trova in un movimento ribassista che dura da fine dicembre 2017 si potrebbero effettuare operazioni long al superamento dei massimi odierni attualmente collocati a 2,709 euro con stop loss a 2,587 euro e obiettivo intermedio a 2,81 euro. L’obiettivo finale in questa ipotesi si può trovare in area 2,84 euro.

Iscriviti alla newsletter settimanale per ricevere le news e le analisi più importanti sui Certificati

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Ufficio Studi Money.it -

Analisi tecnica azioni: Buzzi Unicem conferma breakout 20 euro, quadro tecnico favorevole a nuovi short

Analisi tecnica azioni: Buzzi Unicem conferma breakout 20 euro, quadro tecnico favorevole a nuovi short

Commenta

Condividi

Ufficio Studi Money.it -

Analisi tecnica azioni: FCA stempera l’eccesso di entusiasmo, il grafico suggerisce cautela

Analisi tecnica azioni: FCA stempera l'eccesso di entusiasmo, il grafico suggerisce cautela

Commenta

Condividi

Ufficio Studi Money.it -

Analisi forex: pivot di inversione a tre punti sul cross EUR/JPY

Analisi forex: pivot di inversione a tre punti sul cross EUR/JPY

Commenta

Condividi