Amazon vuole comprare Dazn? Perché è una possibilità

Luna Luciano

11 Dicembre 2021 - 21:28

condividi

Amazon è sempre più interessata ad aprirsi allo sport in streaming e si parla di una possibile acquisizione di Dazn. La piattaforma intanto continua la sua scalata non senza problemi tecnici.

Amazon vuole comprare Dazn? Perché è una possibilità

La piattaforma di streaming per eventi sportivi Dazn potrebbe essere acquistata da Amazon. Non è una notizia certa ma un’ipotesi con valide ragioni.

Gli interessi di Amazon sullo sport in streaming ormai sono risaputi e ciò potrebbero indurre il colosso di Jeff Bezos ad avanzare un’offerta per Dazn. È quanto emerso da alcune indiscrezioni riportate da MF Milano Finanza. Proprio oggi sarebbe arrivato sul tavolo dei manager di Amazon il dossier Dazn. Infatti la strategia e la scalata ai vertici della piattaforma streaming di Len Blavatnik avrebbe attirato l’attenzione di diverse società dell’intrattenimento, tra cui quella di Bezos.

Perché Amazon sarebbe interessata a comprare Dazn?

Mentre i manager di Amazon riflettono sul dossier Dazn, la piattaforma streaming di Len Blavatnik è protagonista di una vigorosa avanzata, non senza difficoltà e ostacoli.

Dopo essere riuscita a conquistare i diritti per la trasmissione in esclusiva della Bundesliga in Germania e della Serie A in Italia - in partnership con TimVision - Dazn si trova ormai a un punto decisivo della propria crescita. I pacchetti dei diritti sportivi saranno rinnovati tra almeno due anni, e intanto la piattaforma deve anche raccogliere e valutare i propri risultati.

leggi anche

Come vedere DAZN

Da un lato si è ben consapevoli che i piani in Italia non procedono come ci si aspettava. Sono ormai risaputi i problemi, principalmente tecnici, che hanno comportato più volte il blocco della piattaforma o della partita. Dall’altro lato Dazn continua la sua scalata. Proseguono i colloqui per acquistare BT Sport, che in Gran Bretagna trasmette la maggior parte delle partite di Premier League, e c’è la concreta possibilità che la piattaforma streaming si apra al mercato dei capitali, come detto dal co-CEO James Rushton.

Rushton lo scorso aprile avrebbe spiegato che alle “giuste” condizioni” nei prossimi anni la piattaforma potrebbe “guardare al mercato dei capitali pubblici o privati”. Parole che hanno suscitato l’immediato interesse del mondo delle finanze britannico. Diverse sono le ipotesi: dalla quotazione in borsa a Wall Street, alla fusione con una SPAC (Special Purpose Acquisition Companies), fino all’ingresso di un investitore strategico. Ed è proprio questa opportunità ad aver attirato l’attenzione del colosso di Jeff Bezos. D’altronde Amazon non ha mai fatto mistero di essere interessato al mondo dello sport in streaming.

Amazon vuole comprare Dazn: pro e contro

Che Amazon abbia un certo interesse nell’implementare la propria offerta legata al mondo dello sport non è di certo un mistero. Lo dimostra il fatto che attualmente i fruitori del servizio Amazon Prime video possano guardarsi le partite della Premier League in Gran Bretagna; in Italia invece le migliori 16 partite della Champions League e in America la Thursday Night della National Football League.

Sono dunque diversi i pro e i contro dell’acquisizione di Dazn da parte di Amazon. Dal punto di vista economico non ci sono ostacoli, quindi quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

Pro

Nel caso dell’acquisizione di Dazn, Amazon potrebbe accelerare i tempi di conquista dello sport in streaming in Europa, considerando che i diritti della Serie A in Italia non potranno essere disponibili fino al 2024 e la Bundesliga fino al 2025

Contro

Rimarrebbe tuttavia il problema della monetizzazione con lo streaming, come dimostrato anche in Italia dai problemi tra Dazn e Tim, oltre ai problemi tecnici per cui è stata penalizzata la piattaforma di Dazn.

In tutto questo non bisogna dimenticare un altro problema che la piattaforma dovrebbe affrontare: decidere se inserire l’offerta sport in Prime video oppure no.

Amazon vuole comprare Dazn: il bivio Prime Video

Se Amazon dovesse acquistare Dazn, non resterebbe che chiedersi se il servizio potrebbe essere integrato a Prime Video, rincarando le tariffe, oppure il colosso di Bezos potrebbe decidere di tenere separate le due proposte nel mondo streaming.

Tuttavia queste sono solo ipotesi, non è detto che Amazon elabori concretamente una proposta per la piattaforma di Len Blavatnik. La partita non è conclusa: siamo solo al fischio di inizio.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.