Amazon: centinaia di licenziamenti in arrivo

Il colosso dell’e-commerce verso i tagli: ecco perché Amazon licenzierà centinaia di dipendenti soprattutto nel quartier generale di Seattle.

Amazon: centinaia di licenziamenti in arrivo

Solo pochi giorni fa Amazon festeggiava una trimestrale storica con ricavi oltre le attese e un attivo superiore al miliardo di dollari.

Oggi, il colosso americano dell’e-commerce annuncia centinaia di licenziamenti. O meglio, la stampa americana rivela le intenzioni di Jeff Bezos, che non ha potuto fare altro che confermare la notizia.

A tremare, i lavoratori di Seattle che si ritroveranno ben presto disoccupati. Una strategia, quella di Amazon che inverte il trend degli ultimi 8 anni, periodo in cui il gruppo aveva aperto alle assunzioni.

Tempo di cambiamenti? A quanto pare sì, vediamo le ragioni.

I licenziamenti

Secondo indiscrezioni di stampa, per centinaia di dipendenti Amazon è in arrivo la lettera con cui il gruppo comunica di voler risolvere il contratto di lavoro. Ad essere interessati dalla nuova politica occupazionale di Amazon sarebbero soprattutto i lavoratori impiegati nel quartier generale di Seattle.

Riportata dal Seattle Times, la notizia è rimbalzata su tutti i media americani e infine confermata dallo stesso Jezz Bezos che ha affidato a una nota stampa le ragioni di tale strategia.

“Nell’ambito del nostro annuale processo di pianificazione stiamo facendo degli aggiustamenti sul numero di addetti nella società: piccole riduzioni in un paio di posti e forti assunzioni in molti altri”

si legge nel comunicato della società.

Centinaia di licenziamenti dopo 8 anni di assunzioni

I licenziamenti annunciati da Amazon arrivano dopo le migliaia di assunzioni effettuate negli ultimi 8 anni, che hanno portato il personale del colosso dell’e-commerce a raggiungere le 566 mila unità lavorative nel 2017.

L’anno scorso, Amazon ha creato nel 139 mila nuovi posti di lavoro senza conteggiare i 90 mila assunti con l’acquisizione della catena di supermercati Whole Foods.

Basti pensare, che nella sola sede di Seattle i dipendenti sono aumenti da 5 mila a 40 mila unità dal 2010 ad oggi.

Ma il vento è cambiato e il trend viene interrotto. L’azienda da parte sua si dice pronta ad avviare un processo di reinserimento per il personale coinvolto nel piano di licenziamento:

“Per i lavoratori impattati dai tagli lavoriamo per cercare posizioni nelle aree in cui stiamo assumendo”

è scritto ancora nella nota.

Le posizioni aperte in Amazon, al momento, sono 12 mila nel mondo, un terzo delle quali nella sola Seattle (3.900).

Obiettivo: ridurre le spese

L’obiettivo della nuova strategia di Bezos è quello di ridurre le spese, concentrarsi sul comparto del commercio elettronico e puntare sulle attività ritenute più redditizie, senza trascurare una differenziazione delle attività, con la costruzione della divisione di cloud-computing Amazon Web Services.

L’annuncio dei licenziamenti ha però destato una certa sorpresa soprattutto perché arrivato a pochi giorni dalla presentazione della trimestrale del gruppo.

Per la prima volta nella sua storia, Amazon ha superato il miliardo di dollari di attivo, con profitti per 1,9 miliardi e ricavi oltre le attese che hanno superato i 60 miliardi.

Sempre di recente, la società di Jeff Bezos è stata al centro di polemiche anche in Italia per il brevetto di un braccialetto smart per monitorare le attività dei lavoratori.

Lo speciale strumento sarebbe in grado di riconoscere l’esatta posizione delle mani del dipendente che lo indossa e, attraverso l’emissioni di alcuni segnali, lo indirizzerebbe nello smistamento dei prodotti minimizzando gli errori.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Amazon

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Marco Ciotola -

Walmart: vendite record grazie all’e-commerce

Walmart: vendite record grazie all'e-commerce

Commenta

Condividi

Marco Ciotola -

Amazon alla conquista del mercato assicurativo

Amazon alla conquista del mercato assicurativo

Commenta

Condividi

Francesca Caiazzo -

Agcom multa Amazon: è corriere postale abusivo

Agcom multa Amazon: è corriere postale abusivo

Commenta

Condividi