Alphabet, Google in trattative per pagare le notizie agli editori

Alphabet è in trattative con grandi editori per lanciare un prodotto Google di news premium

Alphabet, Google in trattative per pagare le notizie agli editori

Google potrebbe in futuro mettere a disposizione un prodotto premium per le news. È il Wall Street Journal a rivelare che Alphabet, parent company del motore di ricerca, starebbe cercando un accordo per pagare la licenza agli editori di contenuti di informazione. La raccolta verrebbe quindi proposta all’utenza in un pacchetto a pagamento.

Google in trattative per pagare le licenze sulle notizie

Le trattative fra Google e alcuni maggiori editori sparsi in tutto il globo sarebbero nelle primissime fasi, non è ancora certo che un accordo sarà raggiunto. Diverse testate potrebbero infatti ancora preferire l’abbonamento diretto.

Il WSJ, citando fonti vicine a Google, ha affermato che non c’è ancora stato un annuncio proprio per via dello stato embrionale delle negoziazioni.

Stiamo parlando con i partner e cercando diversi modi di espandere il nostro continuo lavoro con gli editori, costruendo programmi come il nostro Google News Initiative”, ha più tardi in qualche modo confermato il vicepresidente del settore News di Google, Richard Gingras.

Alphabet ha lanciato la Google News Initiative nel 2018 per controllare la diffusione di fake news. La mossa, però, si potrebbe configurare anche come uno dei modi di Alphabet di affrancare il proprio core business, ancora troppo dipendente dalla vendita di spazi pubblicitari.

Alphabet, come Facebook e Apple, vuole le news premium

Un eventuale accordo cambierebbe di certo profondamente i rapporti del colosso della tecnologia con i produttori di notizie. Varie testate giornalistiche hanno richiesto un commento a Google, che però non ha immediatamente risposto.

Secondo il Wall Street Journal, la maggior parte degli editori con cui Google è in trattative sono fuori dagli Stati Uniti. Vengono citate l’Europa e, in particolare, la Francia.

Google non sarebbe il primo gigante tech a lanciare il proprio prodotto di notizie online. Alla fine dello scorso anno Facebook Inc. ha cominciato a sperimentare Facebook News negli Stati Uniti. A marzo 2019 Apple ha lanciato invece News+, un servizio a pagamento che permette l’accesso a 300 fra giornali e riviste.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Google inc. (GOOG)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.