Allarme ragno violino a Roma: boom di ricoveri d’urgenza per la puntura

Un nuovo incubo colpisce la città di Roma con moltissimi casi di ricoveri d’urgenza per la puntura del ragno violino. Ecco com’è fatto e a cosa fare attenzione.

Allarme ragno violino a Roma: boom di ricoveri d'urgenza per la puntura

Un boom di punture del ragno violino sta mandando in tilt la città di Roma, dove i ricoveri d’urgenza sono sempre di più. Questo piccolo insetto infatti risulta particolarmente pericoloso per la salute, dal momento che in moltissimi casi si possono avere forti reazioni allergiche.
Il ragno violino è di dimensioni molto contenute e solitamente ha una grandezza che varia tra i 7 e i 10 millimetri, il suo colore è marrone chiaro, tendente al giallo e scientificamente viene definito Loxosceles rufescens.

Questa specie di ragno è molto schiva, tende a rimanere rintanata nelle fessure e a non uscire dalla propria tana. Il problema sussiste nel momento in cui si arrabbia il ragno, dato che in questo caso tende a pungere la persona che lo ha infastidito. Il ragno violino è velenoso e se ne sono accorte senza dubbio le persone che a Roma sono state morse da questa animaletto.
Nel primo momento la persona che viene attaccata non sempre si rende conto dell’accaduto, dal momento che in moltissimi casi non si avverte neanche la puntura. In un secondo momento la parte interessata comincerà però a gonfiarsi, ad essere calda e soprattutto a prudere, questi sono i primi sintomi che mostrano l’entrata in circolo del veleno del ragno violino.

La specie solitamente vive nelle zone verdi della città e in campagna, sempre in luoghi molto riparati e caldi. La situazione metereologica a Roma sta portando ad avere un altissimo tasso di umidità e soprattutto un’estate molto afosa e calda. Proprio per tali ragioni il ragno violino si sta spostando anche nelle case della Capitale che sono situate più vicine ai grandi spazi verdi. I principali casi si registrano infatti nella zona di Via Ardeatina e Via Laurentina, zone molto verdeggianti della città.
Qui i casi di punture di ragno violino nelle ultime giornate sono cresciuti esponenzialmente e soprattutto sono aumentati i ricoveri per le persone punte da questo animale. Come abbiamo detto in molti casi la puntura non viene percepita dalla persona e non ci si accorge del problema se non dopo un paio di giorni.

Dopo 48 ore si cominciano infatti ad avere i primi sintomi e quindi si avrà un arrossamento della zone interessata, ringonfiamento e soprattutto prurito. In caso questi fossero i sintomi sarà bene andare in pronto soccorso, dove si potrà essere curati con il giusto anti-veleno, evitando spiacevoli inconvenienti. Tra le principali conseguenze infatti ci sono problemi muscolari, danni cutanei e anche renali, quindi sarà bene recarsi subito in una struttura preposta. In caso riusciste sarebbe bene portare una foto dell’animale ai medici o l’esemplare stesso, in caso si riuscisse ad uccidere.
Si consiglia quindi di fare attenzione e di non trascurare le conseguenze, dal momento che si potrebbero avere dei danni irreparabili.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.