Alitalia: il piano B per decollare in estate

Violetta Silvestri

2 Aprile 2021 - 15:22

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Crisi Alitalia sempre più nera. Si fa strada, intanto, un piano B per muovere lo stallo e provare il decollo di Ita in estate. Cosa prevede questa strada alternativa?

Alitalia: il piano B per decollare in estate

Alitalia: il Governo Draghi cerca disperatamente una via di uscita a una crisi senza fine.

Spunta ora un piano B per tentare di far decollare Ita in estate, quando probabilmente gli spostamenti torneranno a intensificarsi in tutta Europa.

L’esecutivo, con il ministro dello Sviluppo Economico Giorgetti in prima fila, stanno cercando di sbloccare lo stallo creatosi con Bruxelles. Intanto, però, il tempo passa e Alitalia è senza risorse e senza futuro. Cosa prevede la soluzione alternativa per far volare Ita entro luglio?

Alitalia: spunta un piano B, cosa prevede?

Ipotesi affitto: questa è l’ultima indiscrezione sul complesso dossier Alitalia.

Secondo rivelazioni ufficiose riportate da Il Corriere della Sera, starebbe facendosi strada un piano alternativo ed estremo per salvare il decollo Ita in estate, quando - forse - gli aerei torneranno a volare con più libertà.

Si tratta della possibilità per la newco di affittare i rami aziendali (aviation, handling, manutenzione) da Alitalia. Una possibilità temporanea per l’esecutivo, che però farebbe risparmiare tempo e denaro alle casse ormai vuote della compagnia.

In realtà, il Governo Draghi preferisce continuare il dialogo con Bruxelles, con l’intenzione di trovare un compromesso che soddisfi tutti.

D’altronde, questo percorso dell’affitto non sarebbe gradito all’UE, poiché non conforme alla richiesta di discontinuità. Anche se l’atto formale della newco prevede la possibilità di affitto, con tale mossa Ita potrebbe ritrovarsi a dover pagare la multa per aiuto di Stato da 1,3 miliardi di euro.

Spiegano le fonti ufficiose, però, che in quel caso la newco dovrebbe restituire i soldi al Mef, ma visto che questo è l’unico azionista di Ita, potrebbe riproporre la cifra come aumento di capitale.

Tuttavia, il rischio di ricadere in aiuti di Stato in violazione delle norme UE ci sarebbe ancora.

Insomma, il piano B dell’affitto dei rami aziendali da parte di Ita appare più come una strada disperata che un percorso davvero fattibile.

Il tempo stringe e la situazione si complica davvero per Alitalia.

Argomenti

# Italia

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories