La futura Alfa Romeo Tonale è una delle novità più attese del 2022. Il B-SUV debutterà nella primavera del 2022. Mentre si susseguono gli avvistamenti dei prototipi impegnati nei test su strada, emergono nuove indiscrezioni sul modello.

Come sappiamo, tra pochi mesi il marchio Alfa Romeo affronterà una nuova era. Il biscione farà il suo debutto nel segmento dei SUV compatti con la nuova Alfa Romeo Tonale. Si tratta di un mercato che ha cercato di approcciare sin da quando venne svelata la concept car Kamal al Salone di Ginevra del 2003. La svolta SUV è resa ancor più necessaria dagli ultimi dati allarmanti arrivati sul fronte delle vendite. Ad agosto 2021 Alfa Romeo ha venduto in Italia 472 unità contro le 1300 dello stesso periodo dello scorso anno registrando un calo del 64,4%.

Il design tutto nuovo di Alfa Romeo Tonale

La nuova Alfa Romeo Tonale si posizionerà sotto la più grande Stelvio grazie all’utilizzo del pianale CMP di Stellantis. Il modello lancerà un nuovo linguaggio di design che è stato già anticipato dalla concept car Tonale presentata in anteprima mondiale al Salone dell’auto di Ginevra 2019. Sulla stessa linea d’onda si dovrebbero anche collocare gli attesi restyling delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio.
Il frontale della Tonale sarà caratterizzato da una nuova calandra più moderna e scolpita nelle forme. Il muso basso verrà accentuato dai nuovi fari anteriori full LED con tecnologia matrix. Volgendo lo sguardo alla fiancata si noterà il cofano prominente con la linea di cintura che andrà a salire verso il retro dell’auto integrando le maniglie porta posteriori. Dietro lo sviluppo orizzontale dei proiettori dovrebbe dare vita ad un fanale LED contino con al centro il logo del marchio.

Per quanto riguarda l’interno, la nuova Alfa Romeo Tonale offrirà un abitacolo estremamente curato e sarà un punto di riferimento, in termini di connettività e sistemi di assistenza alla guida, per tutto il segmento B-SUV. È bene sottolineare come, nonostante siano ormai passati degli anni dal primo annuncio ufficiale, Alfa Romeo Tonale sia rimasta avvolta dal più stretto riserbo.

I motori e l’arrivo dell’elettrificazione

Come detto la nuova Alfa Romeo Tonale nascerà sulla piattaforma CMP del gruppo Stellantis e verrà assemblata nello stabilimento di Pomigliano d’Arco.
Dal punto di vista meccanico, il nuovo B-SUV arriverà nelle concessionarie in un momento davvero cruciale per l’industria automobilistica. La transizione verso la mobilità elettrica sta infatti accelerando ed è più che mai necessario offrire al mercato motori ibridi nelle declinazioni mild, full e plug-in.

Ad aprire il listino di Alfa Romeo Tonale ci dovrebbero essere motori a benzina con tecnologia mild hybrid a 48 volt (MHEV) che consentirà di mantenere bassi sia i consumi che le emissioni senza però doversi affidare ad una batteria estremamente pesante. Al vertice della gamma troveremo anche una variante ibrida plug-in probabilmente dotata della trazione integrale intelligente Q4. Non è infatti un mistero che il nuovo Ceo di Alfa Romeo Jean-Philippe Imparato abbia chiesto agli ingegneri uno specifico adeguamento della tecnologia PHEV di casa Stellantis al modello. Insomma sì all’elettrificazione ma senza sacrificare le doti dinamiche della nuova Alfa Romeo Tonale.