Agevolazioni finanziarie 2015 ONLUS, imprese e cooperative sociali. Ecco la guida aggiornata

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto MISE con le nuove agevolazioni finanziarie 2015 per Onlus, imprese e cooperative sociali. Ecco la guida aggiornata con soggetti beneficiari, requisiti e finanziamenti agevolati.

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) relativo alle agevolazioni finanziarie alle imprese per la diffusione ed il rafforzamento dell’economia sociale. In attesa che il MISE renda noti modalità e termini di presentazione della domanda, ecco una breve guida con soggetti beneficiari, requisiti e finanziamenti.

Agevolazioni finanziarie imprese sociali: ecco i finanziamenti agevolati

Le agevolazioni finanziarie 2015 previste dal decreto MISE prevedono la concessione di sostengo finanziario ai sensi dei regolamenti europei “de minimis”, da erogare sotto forma di finanziamenti agevolati finalizzati alla realizzazione di investimenti delle predette imprese in qualsiasi settore, purché coerenti con le relative finalità istituzionali.
Le agevolazioni finanziarie alle imprese sociali sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello.
L’intervento sarà finanziato dal Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca (FRI) istituito dalla legge n. 311/2004 presso Cassa depositi e prestiti S.p.a., previa assegnazione delle risorse da parte del CIPE.

Agevolazioni finanziarie imprese sociali: i soggetti beneficiari

Le agevolazioni finanziarie 2015 previste dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico sono destinate ai seguenti soggetti beneficiari:

  • imprese sociali di cui decreto legislativo 24 marzo 2006, n. 155 e successive modifiche e integrazioni, costituite in forma di società;
  • cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381 e successive modifiche e integrazioni, anche non aventi qualifica di imprese sociali ai sensi del decreto legislativo 24 marzo 2006, n. 155, e relativi consorzi, come definiti dall’articolo 8 della legge predetta;
  • società cooperative aventi qualifica di ONLUS ai sensi del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460 e successive modifiche e integrazioni.

Agevolazioni finanziarie imprese e cooperative sociali e ONLUS: requisiti

Per accedere alle agevolazioni finanziarie 2015 gestiste dal MISE i soggetti destinatari devono possedere, alla data di presentazione della domanda, i seguenti requisiti:

  • essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese e inserite negli elenchi, albi, anagrafi previsti dalla rispettiva normativa di riferimento;
  • trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non essere in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali;
  • avere sede legale e operativa ubicata nel territorio nazionale;
  • trovarsi in regola con le disposizioni vigenti in materia di normativa edilizia ed urbanistica, del lavoro, della prevenzione degli infortuni e della salvaguardia dell’ambiente ed essere in regola con gli obblighi contributivi;
  • essere in regime di contabilità ordinaria;
  • avere ricevuto una positiva valutazione del merito di credito da parte di una banca finanziatrice e disporre di una delibera di finanziamento adottata dalla medesima banca finanziatrice per la copertura finanziaria del programma di investimenti proposto.

Agevolazioni finanziarie 2015 imprese, cooperative sociali e ONLUS: quando presentare domanda

Non sono ancora stati resi noti i tempi per l’apertura dei termini e le modalità per la presentazione delle domande. Essi verranno definiti con provvedimento del Direttore generale per gli incentivi alle imprese previa adozione degli atti concernenti l’assegnazione delle risorse finanziarie e la regolamentazione delle procedure.

Agevolazioni finanziarie 2015 imprese, cooperative sociali e Onlus, ecco il file pdf con il decreto MISE pubblicato in Gazzetta Ufficiale:

Iscriviti alla newsletter "Lavoro"

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.