Licenziamento illegittimo

Il licenziamento illegittimo viene in essere quando il datore di lavoro pone fine al rapporto lavorativo senza giusta causa o giustificato motivo (oggettivo o soggettivo).

Nel caso di licenziamento illegittimo, non essendoci alcun motivo valido a giustificare la cessazione del rapporto, il lavoratore gode delle tutele previste dalla legge.

Le principali norme che regolano il licenziamento illegittimo sono contenute nella Legge n. 604/1966 e nell’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori (Legge n. 300/1970) aggiornati dalla Legge n. 92/2012 e dal D.lgs. n. 23/2015.

Licenziamento illegittimo, ecco in quali casi può essere contestato

Licenziamento illegittimo, ultimi articoli su Money.it

Come contestare la lettera di licenziamento

Pubblicato il 30 ottobre 2019 alle 17:43

Come contestare la lettera di licenziamento? Quali sono i termini entro i quali è possibile impugnare la lettera? È necessario seguire un iter ben preciso? Ecco cosa devi sapere

Si può licenziare una donna incinta?

Pubblicato il 14 ottobre 2019 alle 16:34

Licenziare una donna incinta, durante il periodo di maternità e fino al compimento di un anno del bambino è vietato. Ecco le eccezioni alla regola e cosa fare in caso di licenziamento.

|