Strategie di trading: il Super-Sentiment-Swing nel mercato dei cambi

Ecco come avere successo utilizzando il mood degli investitori privati attraverso il Super-Sentiment-Swing sul Forex.

Strategie di trading: il Super-Sentiment-Swing nel mercato dei cambi

Lo scopo di questa strategia è quello di dare delle idee e degli impulsi stimolanti su come approcciare il mercato dei cambi nel formulare una strategia o un approccio di trading.

La strategia dello swing trading è basata sul sentiment, quindi utilizziamo come filtro il posizionamento di determinati partecipanti al mercato: nel nostro caso gli investitori privati. Il sentiment è particolarmente promettente nel trading e nel mercato dei cambi.

L’approfondimento è a cura di Traders’ Magazine Italia

La parola “sentiment” significa “sensazione” o “sentimento”, e serve a identificare i vantaggi sul mercato basandosi sull’emozione di determinati partecipanti al mercato utilizzandoli per avere un profitto. Il classico investitore privato tende a fare degli errori nella sua percezione o valutazione del mercato.

Conseguentemente, questo gruppo può essere utilizzato come un contro-indicatore. Ciò ci permette di sviluppare un vantaggio, che genera un risultato di profitto per il nostro approccio di trading. Dal momento che, secondo l’esperienza dell’autore, il sentiment come filtro di trading funziona particolarmente bene nei mercati di trend, dobbiamo sviluppare una strategia che segua il trend.

Da cosa è caratterizzato il trend trading?

Lo scopo del trend trading è quello di trarre profitto dai movimenti sul breve, medio e lungo termine, che ci aspettiamo continuino, portando il mercato a stabilire una struttura di massimi e minimi in rialzo o in ribasso. Per dirla in un altro modo, è più probabile che il mercato si muova in una direzione piuttosto che in un’altra, secondo il momento che si è stabilito.

Oltre alla visualizzazione tecnica e di mercato di un trend (positivo) con massimi e minimi rialzisti, la formulazione della strategia si basa sulla visualizzazione di un trend utilizzando l’indicatore Supertrend. Esso è costituito da una linea di stop e da una linea di Reversal in movimento, che includono la volatilità (ampiezza di fluttuazione).

Il calcolo dell’indicatore Supertrend è basato sulla media delle ultime X candele, e misura la volatilità come la differenza tra il massimo e il minimo della candela. L’indicatore si muove in una direzione finché il mercato non ha un contro-movimento sufficientemente forte, che la fa cambiare da verde a rossa o viceversa.

Ma perché utilizziamo l’indicatore Supertrend per identificare il trend? Questa è la risposta: i movimenti del trend hanno una volatilità di base. Per stabilire un trend, è necessario che le fluttuazioni siano in media più forti in una direzione che in quella opposta (la direzione correttiva). Quando includiamo questa ampiezza di fluttuazione nell’indicatore Supertrend ci assicuriamo di prendere in considerazione nel trading questo “respiro” del mercato. Basandoci sulla fluttuazione del mercato, prendiamo le nostre decisioni di trading.

L’indicatore si muove in base alle impostazioni di base, al numero di candele prese in considerazione, e al moltiplicatore utilizzato. Il moltiplicatore, in particolare, è interessante. Esso specifica il fattore di cui il mercato si deve discostare dall’ampiezza media delle fluttuazioni in un determinato numero di periodi per muoversi nella direzione del movimento del trend.

La formulazione dell’idea di trading

Il nostro approccio, basato sul sentiment e che segue il trend, deve rispettare due principi:

  1. Deve trarre vantaggio dal momentum che si crea in una direzione del trend per la rispettiva coppia di valute.
  2. L’approccio di trading segue il classico motto di chi segue il trend: “fai scorrere il profitto e limita la perdita”. Quindi, deve proseguire finché l’indicatore che segue il trend non genera un contro-segnale.

Il filtro di trend

Mentre il punto 2 viene realizzato grazie all’indicatore di Supertrend nella sua forma precedentemente descritta, possiamo fare un ulteriore miglioramento riguardo al punto 1. Il momento è un concetto utilizzato nell’analisi dei grafici per misurare la forza di un movimento del prezzo. Un modo per farlo è quello di misurare le posizioni degli investitori privati su un certo intervallo di tempo.

Secondo la nostra esperienza, il classico investitore privato si posiziona in modo anti-ciclico sul mercato, cioè in senso contrario al trend prevalente, a causa di una distorsione cognitiva. Il motivo principale di questo modo di fare trading nasce dalla psicologia, ed in particolare da una distorsione cognitiva nota come “avversione per la perdita”. In questo caso, si tende a dare un peso maggiore alle perdite piuttosto che ai profitti di uguale valore, e ciò significa che gli investitori mantengono, in media, le posizioni in perdita più a lungo rispetto a quelle che creano profitto.

In un trend positivo accelerato, che forma un momentum, gli investitori privati chiudono più velocemente le posizioni long, e il rapporto tra le posizioni long e quelle short tende a diminuire in modo costante. La nostra strategia di trading sfrutta questa considerazione. Oggi, molti broker forniscono tali indicatori di sentiment. Guardiamo i dati degli ultimi cinque giorni di trading del nostro broker. Se i dati mostrano un aumento del posizionamento short netto degli investitori privati, ma l’indicatore Supertrend su base oraria mostra un trend positivo, il nostro sistema sta andando verso il long e viceversa

Esempio di trading

La nostra strategia è particolarmente adatta ai mercati profondi e con alta liquidità, come il mercato dei cambi. Qui, ad essere preferiti sono specialmente i maggiori. La figura 2 mostra il grafico orario della coppia EUR/USD con un esempio di trade. L’indicatore Supertrend era verde, e dunque segnalava un trend positivo.

L’11 agosto 2015, i dati sul sentiment hanno mostrato un aumento nel posizionamento short netto per il quinto giorno consecutivo, il che significava che dovevamo aprire una posizione long. L’abbiamo aperta con la successiva candela oraria a 1,1030. Per limitare il nostro rischio, abbiamo collocato lo stop iniziale sull’indicatore di Supertrend a 1,1002. Nel corso del trade, lo stop è stato spostato sulla base dell’indicatore, finché non è stato generato un contro-segnale. Questo è successo il 13 agosto, quando l’indicatore è diventato rosso e abbiamo stoppato il trade a 1,1126 con un guadagno di 96 pip.

Conclusioni

L’idea di trading qui presentata è lo schema di base di una strategia che segue il trend, e che si rifà al noto classico “Lascia scorrere i tuoi profitti e limita le tue perdite”. L’uso del sentiment dei trader privati come filtro di trend e l’identificazione del momento offrono abbastanza possibilità per adattare questo approccio di trading alle percezioni personali e, ad esempio, per integrare un filtro di momento diverso e indipendente dal sentiment nella propria strategia di trading.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Strategie di Trading

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.