Stelle cadenti anche a settembre: ecco quando

Luna Luciano

4 Settembre 2022 - 00:21

condividi

Il cielo di notte ci regalerà un nuovo spettacolo: la congiunzione Luna-Saturno e numerose stelle cadenti. Ecco quando.

Stelle cadenti anche a settembre: ecco quando

Il cielo di settembre riserverà diverse sorprese per gli appassionati di astronomia. In attesa della luna del raccolto di settembre, infatti, un altro appuntamento attende gli amanti dello spazio. Durante la prima settimana di settembre, infatti, sarà possibile osservare la splendida congiunzione tra il nostro satellite, la Luna e Saturno.

Fenomeno che sarà possibile osservare anche ad occhio nudo. Non solo. Accanto a quello che ormai è conosciuto come il romantico “bacio” tra la Luna e Saturno, infatti, sarà possibile osservare un cielo cosparso di stelle cadenti. Infatti, proprio a settembre sarà possibile osservare non uno ma ben due sciami di meteoriti: le epsilon Perseidi e le Perseidi di settembre.

Spettacolo celeste che potrebbe però essere ostacolato dalla presenza stessa del nostro satellite. Per tale motivo potrebbe essere utile sapere quando e come osservare la congiunzione Luna-Saturno e le stelle cadenti. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Quando e come vedere la congiunzione Luna-Saturno

E se le notti stellate e i fenomeni astronomici hanno da sempre avuto un certo fascino, per gli amanti del cielo sarà impossibile perdersi la famosa e “romantica” congiunzione tra la Luna e Saturno, conosciuta anche come il “bacio” tra il nostro satellite e questo pianeta. Uno spettacolo che questa volta potrebbe essere circondata addirittura dalle stelle cadenti, Le epsilon Perseidi che attraverseranno il cielo quella notte.

Come ha spiegato l’unione astrofili italiani (Uai), la sera dell’8 settembre il disco della luna quasi piena attraverserà la costellazione del Capricorno dove incontrerà il pianeta Saturno.

Congiunzione questa non rarissima ma sempre affascinante. Il miglior orario per osservare tale congiunzione sarà alle 21,30. Inoltre, come spiegato dagli esperti, lo spettacolo dovrebbe essere visibile a occhio nudo ma in questi casi è sempre meglio armarsi di un buon binocolo per poter apprezzare tale spettacolo.

Stelle cadenti anche a settembre: ecco quando e come vederle

Ad accompagnare lo spettacolo del bacio tra la Luna e Saturno ci saranno ben due sciami di stelle cadenti che raggiungeranno il picco a cavallo dell’8 settembre. Tra il 5 e il 7 settembre sarà infatti possibile osservare le epsilon Perseidi, mentre il 9 del mese sarà la volta delle Perseidi di settembre.

Come spiegato anche da Fanpage, nonostante il nome delle epsilon Perseidi sia praticamente lo stesso delle affascinanti “Lacrime di San Lorenzo” di agosto, queste sono in realtà meteoriti di una corrente media o minore, che se si è particolarmente fortunati può dar vita a un numero significativo di fiammate nel cielo. Così come le lacrime di San Lorenzo e le Perseidi di settembre, questi tre sciami (omonimi) portano lo stesso nome, in quanto tutti sembrano originarsi dalla costellazione di Perseo. Lo spettacolo delle epsilon Perseidi sarà osservabile tutta la notte, ancora meglio dopo la mezzanotte.

Discorso simile vale per le Perseidi di settembre, chiamate anche delta Aurigidi di settembre. Purtroppo le notti di maggiore attività, quelle tra l’8-9 e tra il 9-10 settembre non presenteranno le condizioni più favorevoli per poter osservare le fiammate nel cielo in tutta serenità. Infatti, proprio queste notti saranno disturbate dalla presenza della luce lunare, il cui plenilunio avverrà il 10 del mese. Detto questo non sarà impossibile vederle. Esistono alcuni accorgimenti che è bene seguire in questi casi.

Stelle cadenti anche a settembre: alcuni consigli per non perdersele

Dopo aver individuato la costellazione di Perseo è importante infatti adottare qualche accorgimenti se si desidera vedere le stelle cadenti nonostante la presenza della Luna.

Non possedendo uno strumento che possa aiutarci nell’osservazione, la migliore soluzione è senza dubbio è l’osservazione a occhio nudo, data però la presenza affascinante quanto disturbante della Luna piena, nelle notti tra 8-10 settembre (notti di massima attività), la visione potrebbe essere più difficoltosa di altri anni.

In questi casi la soluzione migliore è scegliere luoghi il più lontano possibili dall’inquinamento luminoso, il vero “nemico” per osservare i fenomeni astronomici di notte, oltre che prova dello spreco energetico.

Argomenti

# Spazio
# Luna

Iscriviti a Money.it