Spesometro: nuove specifiche tecniche e dati obbligatori da trasmettere

Spesometro secondo semestre 2017: l’Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 5 febbraio 2018 comunica le specifiche tecniche e le regole per la compilazione dei dati delle fatture. Di seguito tutte le novità.

Spesometro: nuove specifiche tecniche e dati obbligatori da trasmettere

Spesometro secondo semestre 2017: è stato pubblicato il 5 febbraio 2018 l’atteso provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate che va ad ufficializzare le modalità e le tempistiche di trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute.

C’è tempo fino al 6 aprile 2018 per la comunicazione dei dati delle fatture del secondo semestre 2017.

L’approvazione del provvedimento pubblicato ieri si è resa necessaria per accogliere le specifiche tecniche e le semplificazioni introdotte dal Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2018.

Il Dl Fiscale n. 148/2017 ha infatti introdotto importanti novità in materia di spesometro, in particolare per le fatture di importo inferiore a 300 euro registrate cumulativamente è possibile comunicare i dati relativi al documento riepilogativo anziché quelli dei singoli documenti.

È stato inoltre limitato il numero delle informazioni da trasmettere, perché diventa facoltativo compilare i dati anagrafici di dettaglio delle controparti.

Vediamo di seguito nel dettaglio le istruzioni contenute nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 5 febbraio 2018.

Spesometro secondo semestre 2017: regole tecniche per la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute

Il provvedimento n. 29190 pubblicato il 5 febbraio 2018 dall’Agenzia delle Entrate ha recepito le novità e le semplificazioni introdotte in materia di spesometro dal DL fiscale n. 148/2017.

In particolare per le fatture di importo inferiore a 300 euro registrate cumulativamente è possibile comunicare i dati relativi al singolo documento riepilogativo.

Per ogni documento riepilogativo delle fatture emesse, i dati da comunicare sono:

  • il numero e la data del documento;
  • la partita IVA del cedente/prestatore;
  • la base imponibile;
  • l’aliquota IVA applicata e l’imposta ovvero, ove l’operazione non comporti l’annotazione dell’imposta nel documento, la tipologia dell’operazione.

Per ogni documento riepilogativo delle fatture ricevute invece i dati da comunicare sono:

  • il numero e la data di registrazione del documento;
  • la partita IVA del cessionario/committente;
  • la base imponibile;
  • l’aliquota IVA applicata e l’imposta ovvero, ove l’operazione non comporti l’annotazione dell’imposta nel documento, la tipologia dell’operazione.

Le regole di compilazione della comunicazione con cui trasmettere i dati valgono anche per la comunicazione opzionale dei dati delle fatture, nonché per l’integrazione delle comunicazioni relative al primo semestre 2017.

Di seguito si allegano le specifiche tecniche e le regole per la compilazione dei dati delle fatture.

Specifiche tecniche e regole per la compilazione dei dati delle fatture
Ecco le specifiche e le regole per la compilazione dei dati delle fatture

Spesometro secondo semestre 2017: scadenza definitiva fissata al 6 aprile 2018

Nel provvedimento pubblicato il 5 febbraio 2018 dall’Agenzia delle Entrate si comunica che per garantire il rispetto delle norme dello Statuto del contribuente, la scadenza per la comunicazione dei dati delle fatture del secondo semestre 2017, originariamente fissata al 28 febbraio, viene prorogata al 6 aprile 2018, ossia al sessantesimo giorno successivo alla pubblicazione del provvedimento odierno.

Alla stessa data viene fissata anche la scadenza per le eventuali integrazioni e per la trasmissione telematica opzionale dei dati delle fatture emesse e ricevute.

Nel provvedimento l’Agenzia spiega inoltre che le le comunicazioni delle fatture riferite alle operazioni del 2018, anche per chi esercita l’opzione, potranno essere inviate con cadenza trimestrale o semestrale.

Per ulteriori informazioni i lettori possono consultare il provvedimento pubblicato il 5 febbraio 2018 dall’Agenzia delle Entrate allegato di seguito.

Provvedimento n. 29190 pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 5 febbraio 2018
Ecco il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 5 febbraio 2018 che ufficializza le modalità e le tempistiche di trasmissione dello spesometro

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Spesometro

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.