Spesometro 2017: soggetti obbligati ed esclusi

Anna Maria D’Andrea

29/08/2017

15/12/2017 - 16:57

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Elenco soggetti obbligati e soggetti esclusi dallo spesometro 2017.

Spesometro 2017: soggetti esclusi e soggetti obbligati, ecco l’elenco completo e la normativa di riferimento.

Il prossimo 18 settembre è il termine di scadenza in cui dovrà essere trasmesso l’elenco semestrale dei dati fatture dei soggetti passivi Iva, fatta esclusione per i soggetti esclusi.

Al debutto dell’adempimento introdotto con il DL 193/2016 sono ancora oggi molti i dubbi sulla scadenza che, secondo quanto richiesto dal Massimo Miani, Presidente del CNDCEC, e accolto con favore dal viceministro Casero, dovrebbe essere oggetto di proroga al 31 ottobre.

Ancora oggi non sono state diffuse notizie ufficiali sulla proroga della scadenza per lo spesometro semestrale 2017 e manca anche il software di compilazione e controllo dell’Agenzia delle Entrate.

Nonostante ciò, dopo la pausa estiva, è bene capire quali sono i soggetti obbligati ad inviare lo spesometro semestrale 2017 e quali invece i soggetti esclusi ed esonerati, seguendo le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate.

Ecco di seguito l’elenco completo dei soggetti obbligati e dei soggetti esclusi dall’invio telematico dello spesometro semestrale 2017.

Soggetti obbligati all’invio dello spesometro semestrale 2017

Le prime istruzioni sui soggetti obbligati all’invio telematico dello spesometro semestrale entro la scadenza del 18 settembre 2017 sono state messe a disposizione dall’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 1 del 7 febbrario 2017.

Lo spesometro semestrale di cui al novellato art. 21 del DL 78/2010, come modificato dall’art. 4 comma 1 del DL 193/2016 è obbligatorio per tutti i soggetti passivi che effettuano operazioni rilevanti ai fini Iva.

Nello specifico, i soggetti obbligati all’invio dello spesometro 2017 sono i titolari di attività di impresa e gli esercenti arti e professioni.

Elenco soggetti obbligati

Ecco di seguito l’elenco dei soggetti obbligati:

  • imprese individuali, imprese familiari, aziende coniugali;
  • professionisti anche in forma associata;
  • imprese agricole in regime di esonero IVA;
  • società di persone;
  • società di capitali, società cooperative;
  • curatori fallimentari per conto della società fallita o posta in liquidazione coatta amministrativa.

In base alle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate, l’adempimento in scadenza al 18 settembre (salvo proroga) riguarda anche i soggetti che hanno optato per la dispensa da adempimenti in relazione alle operazioni esenti Iva: attualmente non è previsto alcun esonero.

Allo stesso modo sono soggetti all’obbligo di invio dello spesometro semestrale 2017 anche gli Enti Locali e le PA per le operazioni fuori dal sistema della fatturazione elettronica (SDI).

Rientrano tra i soggetti che devono procedere con l’invio telematico dello spesometro 2017 anche i soggetti non residenti, ovvero:

  • stabili organizzazioni;
  • società estere per operaizoni effettuate nel territorio italiano;
  • soggetti identificati in Italia o che operano mediante un rappresentante fiscale.

Leggi anche -> Spesometro 2017: tutte le istruzioni

Soggetti esclusi dallo spesometro semestrale 2017

Non sono tenuti a trasmettere lo spesometro semestrale 2017 i soggetti che hanno optato per il regime della fatturazione elettronica.

L’esonero dalla trasmissione dello spesometro riguarda inoltre i soggetti non obbligati alla presentazione della dichiarazione Iva annuale o le lipe. L’obbligo vige nel caso in cui nell’anno vengano meno le condizioni di esonero.

L’esonero dall’invio telematico dello spesometro semestrale include anche i produttori agricoli che rispettano i seguenti requisiti congiunti:

  • nell’anno solare precedente hanno realizzato un volume d’affari non superiore a 7.000,00 euro, costituito per almeno due terzi da cessioni di prodotti agricoli e ittici di cui alla Tabella A, Parte I, allegata al DPR 633/72 (art. 34 co. 6 del DPR 633/72) e si avvalgono del regime di esonero;
  • sono situati nelle zone montane di cui all’art. 9 del DPR 601/73.

Non devono inviare lo spesometro semestrale i contribuenti in regime dei minimi e forfettario.

Elenco soggetti esclusi

Di seguito l’elenco completo dei soggetti esclusi dall’invio dello spesometro semestrale 2017:

  • contribuenti nel regime forfettario;
  • contribuenti minimi;
  • produttori agricoli in regime di esonero delle zone montane;
  • la Pubblica Amministrazione e le Amministrazioni autonome per le operazioni trasmesse tramite SDI;
  • i contribuenti titolari di partita IVA che hanno aderito alla fatturazione elettronica.

Per maggiori dettagli i lettori possono consultare la guida con le operazioni escluse dallo spesometro 2017.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories

Correlato