Social e informazione per una generazione consapevole. Intervista a Livia Viganò

Marta De Vivo

14 Luglio 2022 - 15:00

condividi

L’obiettivo di Factanza è creare una generazione consapevole e informata, attraverso l’uso dei social e un’informazione oggettiva.

Social network e informazione: Livia Viganò, co-founder di Factanza, ci spiega le possibilità di integrazione tra i due.

Factanza, la media company nata come progetto editoriale nel marzo 2019 dall’idea di Bianca Arrighini e Livia Viganò, nasce con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dell’informazione e avvicinarlo alle nuove generazioni, per aiutarle ad acquisire una maggiore consapevolezza sulla realtà e su come svolgere un ruolo da protagoniste nel migliorare il mondo in cui vivono. Oggi l’azienda conta più di 400mila follower su Instagram e 100mila su TikTok.

«Per arrivare ai più giovani l’uso dei social è di primaria importanza», afferma Livia. La creazione di una community però non è automatica, è necessario avere un’identità definita e costruire un rapporto di fiducia con gli utenti, che si consolidi nel tempo. Le risorse economiche di Factanza provengono da un fondo di investimento che ha creduto nel loro progetto. «Il nostro business model», spiega Livia «si basa su branded content».

Ovviamente, facendo informazione, l’advertising è un tema delicato: la fiducia e la trasparenza sono fondamentali, come individuare realtà che siano in linea con i loro valori, selezionandole con cura. Livia racconta anche di come stanno cominciando a pensare a un business model che comprenda anche l’appoggio diretto da parte della loro community.

Per il futuro, Livia è sicura: vogliono aumentare la community, nonostante abbiano già un buon seguito molto fidelizzato. «Non si tratta di una rincorsa ai follower», spiega, «ma di raggiungere più persone possibili per rendere accessibile a tutti un’informazione di qualità».

Il loro focus continua a essere la GenZ, che in questo periodo sta attraversando molte difficoltà tra guerra, pandemia e inflazione. C’è la forte necessità da parte dei più giovani di avere una “guida” che li accompagni nel cambiamento, motivo per il quale i ragazzi stanno rigettando l’informazione tradizionale.

La missione di Factanza è quella di creare una generazione che sia consapevole di quello che succede nel mondo e che abbia gli strumenti per prendere decisioni libere e informate. Tra le migliaia di avvenimenti quotidiani, Factanza seleziona quelli imprescindibili per capire il presente e avere una visione quanto più completa possibile della realtà in cui viviamo.

Migliaia di persone seguono Factanza perché apprezzano la loro capacità di fare informazione in maniera oggettiva e di rendere appetibili anche i concetti più complessi. Ciò che sembra noioso, risulta spesso poco conosciuto e non arriva in prima pagina. Secondo Livia invece esiste un modo semplice di spiegare tutto senza banalizzare, e farlo tutti i giorni è il loro obiettivo.