Allarme rincari mentre i consumi crollano: le regioni più colpite

Allarme rincari: i luoghi e le regioni italiane più colpite dall’aumento dei prezzi, mentre i consumi crollano ancora

Allarme rincari mentre i consumi crollano: le regioni più colpite

I prezzi stanno aumentando e questo sta accadendo non soltanto in Italia, ma nell’intera Europa.

A lanciare il nuovo allarme rincari è stata l’Unione Nazionale dei Consumatori, i cui dati hanno permesso di elaborare la mappa dei luoghi e delle regioni più colpite dall’aumento dei costi.

Allarme rincari: le regioni italiane più colpite

A causa del coronavirus l’economia italiana si è contratta in maniera decisa. Molte persone hanno perso il lavoro o sono finite in cassa integrazione, il tutto mentre i prezzi di beni alimentari (e non sono) sono progressivamente aumentati.

I dati citati hanno permesso di evidenziare le regioni più colpite dai rincari nel solo mese di maggio:

  • Basilicata: +3,9%
  • Umbria: +3,4%
  • Lazio: +3,4%
  • Calabria: +3,4%
  • Campania: +3,3%
  • Sicilia: +3,3%.

Scendendo più nel dettaglio dell’analisi è stato possibile notare che questa tendenza all’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari è stata osservata soprattutto in alcune città specifiche come Caltanissetta (+6,4%) Trieste, (+5,1%), Avellino (+4,7%) e Trapani (+4,7%).

I consumi ancora giù

Sull’attuale stato dei consumi in Italia anche un’interessante analisi di Confcommercio, secondo cui l’allentamento delle misure di contenimento iniziato a maggio non ha avuto l’effetto sperato.

Su base annua, infatti, è emersa una flessione di 29,4 punti percentuali, comunque meno drammatica rispetto al -47% di aprile. I comparti maggiormente interessati da questo trend sono stati:

  • tempo libero: -92%
  • alberghi, bar e ristoranti: -66%
  • abbigliamento: -55%.

Nella stessa analisi, Confcommercio ha poi stimato un crollo del PIL del 2° trimestre del 17,4% su base congiunturale e del 21,9% su base tendenziale.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO

1580 voti

VOTA ORA