Portafoglio del Martedì: rendimento si conferma sopra il 100%

Nonostante il trade sull’oro abbia portato un -20%, il rendimento del nostro portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit si conferma superiore ai 100 punti percentuali.

Portafoglio del Martedì: rendimento si conferma sopra il 100%

Tornato alla Casa Bianca dopo le cure ricevute nell’ospedale militare in cui era ricoverato da venerdì scorso, il presidente Trump non ha perso occasione per esortare gli americani a non temere il Coronavirus.

La malattia di Trump, e della First Lady Melania, non fa che rendere ancora più complesso il quadro statunitense a un mese dalle elezioni presidenziali. Non è chiaro se la positività possa giovare nella corsa alle presidenziali o se Biden (che, rispetto a qualche settimana fa sembrerebbe meno temuto da Wall Street) riuscirà ad incrementare l’attuale vantaggio.

Europa: preoccupano contagi e inflazione

Se negli Stati Uniti il dibattito presidenziale è in grado di offuscare anche gli oltre 200 mila morti provocati dalla pandemia, in Europa il focus resta incentrato sui dati relativi i contagi che, in diversi casi, hanno già portato a nuovi lockdown circoscritti e parziali. Secondo le ultime indicazioni, Francia e Spagna registrano un tasso di occupazione delle terapie intensive di circa il 20% (40% a Madrid) mentre nel caso del nostro Paese il dato si attesta al 3,5%.

Fonti di tensione per le borse europee arrivano anche dai dati macro che, qualche giorno fa, hanno rilevato a settembre un peggioramento della dinamica inflattiva dal -0,2 al -0,3 per cento annuo. Indicazioni ancora peggiori quelle arrivate dall’indice “core”, quello calcolato al netto delle componenti “energia ed alimentari”, salito di appena lo 0,2% tendenziale (nuovo minimo storico).

Anche se nel breve la BCE potrebbe decidere di temporeggiare, gli operatori iniziano a scommettere su nuovi stimoli nel meeting in calendario a dicembre, quando saranno pubblicate le nuove proiezioni di crescita e di inflazione. Questo a dispetto del fatto che ormai sono in tanti a ritenere che il compito delle banche centrali sia al capolinea e che per una ripresa dei prezzi occorre rivolgersi alle politiche fiscali.

Portafoglio del Martedì: stop loss sull’oro, rendimento complessivo al 116%

Per quanto riguarda i trade presenti nel nostro Portafoglio del Martedì, quello sull’oro lunedì scorso ha superato la soglia di stop loss, fissata a 1.850 dollari, scendendo a 1.848,8 dollari l’oncia.

L’operazione, che era stata aperta a 1.950 dollari, ha prodotto un rendimento negativo di oltre 5 punti percentuali che, con la leva 3,8 fornita dal Turbo Certificate di UniCredit con ISIN DE000HV47YZ4, ha ridotto il rendimento del nostro Portafoglio del 19,48%.

Viste le circostanze di questa operazione, dopo il breve excursus ribassista le quotazioni si trovano nuovamente sopra i 1.900 dollari, non escludiamo, nelle prossime settimane, di tornare a puntare al rialzo sul metallo giallo.

Da ieri è invece operativo il trade sulle azioni Nexi realizzato servendoci del Turbo Open End di UniCredit con codice ISIN DE000HV4FKP3 (entrata a 16,5 euro, stop loss a 15,4 euro e target a 18 euro).


Nexi, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Martedì scorso è invece entrata in portafoglio l’operazione rialzista sul parente povero del metallo giallo: l’argento. L’ingresso, condotto con un Turbo Open End con codice ISIN DE000HV4GDY8, è stato fissato a 23,8 dollari l’oncia, uno stop loss a 21,8 dollari e target a 27 dollari.


Argento, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Tra le operazioni già presenti nel nostro portafoglio di investimento c’è quella su Enel, realizzata con un Turbo Open End con ISIN DE000HV4C7B2 (ingresso a 7,25 euro, stop loss a 6,80 euro e target a 7,9 euro) e quella sull’indice tedesco, il Dax, condotta con il Turbo Open End di UniCredit con ISIN DE000HV4FAL3 (da 12.600 punti, stop loss a 11.900 punti e target a 12.950 punti).


Enel, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg


Dax, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

I prodotti e le rispettive leve sono stati selezionati alle 11:00 del 6 ottobre 2020. Le strategie si considerano valide se i prezzi toccano il punto di entrata prima del take profit o dello stop loss.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories