Portafoglio del Martedì: alleggeriamo in vista della Bce

Claudia Cervi

6 Settembre 2022 - 14:42

condividi

Alleggeriamo il portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit in vista della riunione della Bce sui tassi di interesse.

Portafoglio del Martedì: alleggeriamo in vista della Bce

Alleggeriamo il nostro portafoglio di investimento realizzato con i Turbo Certificates di UniCredit in vista della riunione della Bce in agenda il prossimo 8 settembre. La maggior parte degli analisti prevede un maxi aumento dei tassi di interesse di 75 punti base per mettere un freno all’inflazione ma c’è anche chi giudica la mossa troppo aggressiva alla luce della crisi energetica che attanaglia l’Europa.

Nel portafoglio sono attualmente attive le operazioni su:
Banca Generali,
Diasorin,
Anima Holding,
Ftse Mib (short)

Segnalazioni Segnalazioni Aggiornato al 06092022

Portafoglio di investimento: la situazione generale

Piazza Affari guarda con molta attenzione (e preoccupazione) all’appuntamento del 7 e 8 settembre che con ogni probabilità vedrà protagonista una Bce più «falco» del solito. Come già acclamato da più parti durante il simposio di Jackson Hole, al Consiglio direttivo è richiesto un intervento deciso per fermare l’inflazione record e questo potrebbe tradursi in un rialzo dei tassi di interesse di 75 punti base.

Oltre alle ripercussioni (positive) per chi ha un conto in banca e (negative) per chi accende un mutuo o un prestito, gli investitori guardano con timore al maggior costo del debito pubblico (e alla conseguente perdita di valore delle obbligazioni già presenti sul mercato).

Il rialzo dei tassi è dato per scontato, ma gli effetti sui titoli del Ftse Mib dipenderanno dall’entità del rialzo.

Tempo fa Citi calcolava che ogni aumento di 50 punti base potesse far crescere gli utili per azioni delle banche di circa l’8%. Ottime notizie per il Ftse Mib, il cui benchmark è costituito prevalentemente da banche.

Ingressi Ingressi Aggiornato al 06092022

Con queste premesse, l’indice Ftse Mib resta tuttavia molto esposto alla volatilità. Dopo essere precipitato fino a 21.200 punti circa, le quotazioni faticano a reagire. Per intravedere segnali di ripresa i prezzi dovrebbero lasciarsi alle spalle area 22.000 e tentare di risalire la china verso i massimi di agosto a 23.150 circa.

L’incapacità di recuperare i 22.000 punti confermerebbe invece un quadro estremamente debole che potrebbe portare alla violazione dei minimi a 21.200 per supporti a 20.500 almeno.
Suggeriamo pertanto di chiudere prudenzialmente la posizione short aperta sul Ftse Mib e di riaprirla - eventualmente - alla successiva violazione dei 21.000 punti.

Portafoglio del Martedì: le operazioni di oggi

Il rendimento del nostro portafoglio di investimento cresce rispetto alla settimana precedente, con un saldo che torna positivo di circa 4 punti percentuali.

Risultati portafoglio Risultati portafoglio Aggiornato al 06092022

Dopo la chiusura della posizione short sul Ftse Mib, il portafoglio resta investito su:
Banca Generali
Diasorin
Anima Holding

Rendimento portafoglio Rendimento portafoglio Aggiornato al 06092022

Quadro grafico difficile per Banca Generali dopo la perdita nelle ultime settimane del supporto a 27 euro circa. Tuttavia, la tenuta dei 25 euro può ancora offrire una sponda per un rimbalzo che dovrà tuttavia confermarsi oltre 27 euro per essere risolutivo e permettere di guardare ai massimi estivi a circa 29 euro. Restiamo posizionati al rialzo con un Turbo Open End con codice Isin DE000HB7N6U0, abbassando il target price a 29 euro.

Grafico giornaliero Banca Generali Grafico giornaliero Banca Generali Fonte TeleTrader

Azioni Banca Generali, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Diasorin prosegue un movimento laterale sopra area 130. Solo la rottura di area 140 rivitalizzerebbe l’uptrend di breve verso l’obiettivo a 150 euro. Per investire sul titolo abbiamo utilizzato un Turbo Open End con codice Isin DE000HB87NF7.

Grafico giornaliero Diasorin Grafico giornaliero Diasorin Fonte TeleTrader

Azioni Diasorin, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Debole Anima Holding che resta pericolosamente vicina ai supporti a 3,20 euro. Servirà la rottura di 3,47 euro per assistere a un nuovo confronto con la resistenza a 3,60 riattivare il rimbalzo partito a luglio verso target a 3,75 euro, massimi più volte testati nella seconda metà di giugno, ed eventualmente fino a 3,92 euro. Abbiamo investito con un Turbo Open End con codice Isin DE000HB7N6R6.

Grafico giornaliero Anima Holding Grafico giornaliero Anima Holding Fonte TeleTrader

Azioni Anima Holding grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Chiudiamo dunque la posizione short sull’indice Ftse Mib con un Turbo Open End emesso da UniCredit (codice Isin DE000HB51755, valutando un eventuale nuovo ingresso con lo stesso prodotto nel caso di cedimento dei 21.200 punti per target a 20.500 circa e stop loss a 22.000.

Grafico giornaliero Ftse Mib Grafico giornaliero Ftse Mib Fonte TeleTrader

Indice Ftse Mib, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Situazione portafoglio Situazione portafoglio Aggiornato al 06092022

I nuovi prodotti inseriti e le rispettive leve sono stati selezionati alle 13:30 del 6 settembre 2022. Le strategie si considerano valide se i prezzi toccano il punto di entrata prima del take profit o dello stop loss.

Iscriviti a Money.it