«Nuova pandemia nel 2022», la profezia della veggente bulgara Baba Vanga. Cosa c’è dietro

Emiliana Costa

13/11/2021

13/11/2021 - 13:45

condividi

«Nuova pandemia nel 2022». È la profezia della veggente bulgara Baba Vanga. Aveva già previsto il Covid. Ma cosa c’è dietro? Entriamo nel dettaglio.

«Nuova pandemia nel 2022», la profezia della veggente bulgara Baba Vanga. Cosa c'è dietro

«Nuova pandemia nel 2022». Si tratta della profezia della veggente Baba Vanga, la profetessa bulgara che avrebbe previsto anche lo scoppio della pandemia di Covid-19 nel 2020. In quel caso, la veggente avrebbe parlato di un’epidemia che avrebbe interessato tutto il mondo, cambiando le abitudini di milioni di persone. Non solo. La pandemia sarebbe durata nel tempo, arrivando per l’appunto al 2022. Ma cosa c’è dietro le profezie di Baba Vanga che da anni girano sul web? Entriamo nel dettaglio.

«Una nuova pandemia nel 2022», la profezia di Baba Vanga

Nell’ultima profezia che in questi giorni sta facendo il giro del web, la veggente bulgara avrebbe parlato di una nuova pandemia nel 2022, affermando che «gli esseri umani si sarebbero abituati a un nuovo virus». Baba Vanga non avrebbe specificato come avverrà tutto ciò, ma avrebbe solo specificato che diventerà un’abitudine. Secondo gli interpreti, potrebbe trattarsi di un riferimento a un nuovo ceppo. Ma non escludono neanche che Baba Vanga parlasse proprio di un nuovo virus diverso dal Covid-19.

Nella seconda profezia, Baba Vanga parlerebbe anche di «molti disastri naturali». Una visione, secondo gli interpreti, coerente con il contesto attuale caratterizzato dai cambiamenti climatici, che stanno provocando una serie di fenomeni naturali insoliti. Dalla morte di massa di pesci, alla siccità, gravi inondazioni, scioglimento dei ghiacci nell’Artico, pioggia che cade sull’isola della Groenlandia.

Cosa c’è dietro le profezie di Baba Vanga

Ciclicamente tornano alla ribalta delle cronache le profezie di Baba Vanga, la veggente bulgara che avrebbe predetto la pandemia 2020. Questa volta a rilanciare le «previsioni 2022» è stato un sito turco che avrebbe citato documenti segreti provenienti dal governo bulgaro.

La realtà però sarebbe diversa. Baba Vanga è morta nel 1996 e non avrebbe lasciato alcun documento scritto su avvenimenti futuri rispetto alla sua morte. Non solo. Baba Vanga era semianalfabeta e il suo culto è stato tramandato (grazie anche a una strana tolleranza dei vertici del partito comunista sovietico pre 1989), con un incessante passaparola durato decenni. Insomma, non ci sarebbe un documento originale sul quale la signora Vangeiya Pandeva Gushterova (questo il nome di battesimo di Baba Vanga) ha lasciato ai posteri alcuna indicazione. I siti sudamericani parlano di misteriosi interpreti. Ma per parlare di pandemia, meglio rivolgersi alla scienza.

Non solo Baba Vanga, le altre «previsioni» per il 2022

Non solo la veggente bulgara avrebbe predetto calamità attese per il 2022. Conflitti, disastri naturali e la morte di un leader mondiale, sono solo alcune delle profezie di Nostradamus per il prossimo anno. Anche il noto astrologo francese è tornato alla ribalta delle cronache con le previsioni 2022.

Nel XVI secolo, Nostradamus ha raccolto tutte le sue profezie in un libro che da anni viene studiato e interpretato dagli astrologi di tutto il mondo, per predire il futuro contemporaneo. Ed ora, ecco spuntare le previsioni 2022.

Argomenti

# Guerra

Iscriviti a Money.it