Obbligo di mascherine all’aperto per tutti già nel week end, ecco in quali città

Emiliana Costa

24/11/2021

24/11/2021 - 17:58

condividi

Nel giorno del decreto sul super green pass, torna l’obbligo per tutti di mascherine all’aperto già nel week end. Ecco dove.

Obbligo di mascherine all'aperto per tutti già nel week end, ecco in quali città

Nel giorno del decreto sul super green pass, torna anche l’obbligo di mascherine all’aperto per fronteggiare l’aumento dei casi da Covid-19. Il provvedimento riguarda la città di Milano e potrebbe partire già dal prossimo week end, 27-28 novembre, quando inizierà la corsa ai regali di Natale.

ll prefetto Renato Saccone ha inviato la raccomandazione a tutti i sindaci della provincia di Milano al termine del Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza, l’obiettivo è contenere in contagi in rapida crescita attraverso misure sanitarie restrittive. Ma entriamo nel dettaglio.

Obbligo di mascherine all’aperto a Milano

La «stretta» dovrebbe partire in centro già dal prossimo weekend. Sarà obbligatorio indossare la mascherina all’aperto in tutto il centro storico di Milano, ovvero nelle vie affollate dello shopping. Le strade interessate dalla misura restrittiva sono corso Vittorio Emanuele, piazza Duomo, Galleria Vittorio Emanuele II, via Dante e Castello Sforzesco. Il centro dello shopping, del turismo e dei mercatini di Natale.

L’invito del prefetto Renato Saccone destinato a tutti i sindaci della provincia di Milano è quello di prendere misure sanitarie restrittive che possano frenare la circolazione del virus. Fronteggiando la nuova fase pandemica. Nel centro storico di Milano la misura dovrebbe partire da subito.

Le linee guida del provvedimento sulle mascherine all’aperto

Il provvedimento allo studio prevede l’obbligo di mascherina anche all’aperto tra le bancarelle di Natale. Da Palazzo Marino fanno sapere di essere pronti, mancano gli ultimi dettagli e la firma sull’ordinanza. In ogni caso, il sindaco Beppe Sala ha assicurato che seguirà l’indicazione del prefetto Saccone.

La mascherina sarà obbligatoria in aree molto affollate, eventi, mercatini, feste natalizie in piazza. La nota del prefetto Saccone chiede ai sindaci particolare attenzione su tutte le manifestazione in cui si possono verificare assembramenti. L’invito è quello di usare tutti gli strumenti per contenere il contagio, comprese le ordinanze.

A Milano si stanno già allestendo i mercatini di Natale in corso Vittorio Emanuele e si attende l’inaugurazione degli «Oh bej! Oh bej!» dal 5 all’8 dicembre in piazza Castello. Saranno circa 300 bancarelle e migliaia di persone a spasso, che a questo punto dovranno indossare la mascherina.

Posti contingentati in Galleria Vittorio Emanuele II?

Nei giorni scorsi si era fatta largo l’ipotesi di contingentare gli ingressi alla Galleria Vittorio Emanuele II, salotto buono della città e centro dello shopping. Anche in questo caso l’obiettivo era quello di evitare assembramenti. Il sindaco Beppe Sala non ha chiuso alla proposta, anzi ha ribadito: «Pronto ad ascoltare gli esperti perché alcune cose si possono fare. Ad esempio una l’abbiamo già fatta. Ho detto che non si fa il concerto di Capodanno in piazza. Se dovessero chiederci di contingentare il numero di persone in Galleria, sono disponibilissimo e pronto». Intanto arriva l’obbligo di mascherina, sul contingentamento si deciderà a breve.

Il precedente di Padova sulle mascherine all’aperto

È stata Padova la prima città a reintrodurre l’obbligo di mascherine all’aperto. L’obiettivo è quello di contenere la brusca risalita dei contagi da Covid-19. Il sindaco della città Sergio Giordani firmerà un’ordinanza che, da venerdì 26 novembre fino al 31 dicembre, prevede la reintroduzione dell’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto nell’intera area del centro storico, delimitata dalle mura. Pena una multa di 400 euro.

Argomenti

# Milano

Iscriviti a Money.it