Bollette luce 2018, nuova tariffa TD: quanto si risparmierà

Dal 2018 nuovi incentivi per chi consuma di più: ecco chi, grazie alla nuova tariffa TD, risparmierà sulla bolletta dell’energia elettrica.

 Bollette luce 2018, nuova tariffa TD: quanto si risparmierà

Nuove bollette della luce in arrivo dal 1° gennaio 2018, quando al posto delle vecchie tariffe domestiche verrà introdotta la tariffa TD per i servizi di rete.

Con l’introduzione di questa nuova tariffa sarà possibile risparmiare quasi 100€ sulla bolletta della luce, ma solo per chi solitamente consuma di più. Come vedremo meglio di seguito, infatti, la tariffa TD è stata introdotta come incentivo per utilizzare maggiormente l’energia elettrica al posto del gas, dal momento che il costo della bolletta della luce non dipenderà più dalla potenza impegnata.

Dal 1° gennaio 2018 quindi l’Italia si adegua alle direttive dell’Unione Europea, introducendo della nuove tariffe sull’energia elettrica che - almeno secondo i piani - dovrebbero portare ad un consistente risparmio. Ma non sarà per tutti così, vediamo per quale motivo.

Nuova tariffa TD: come funziona?

Come noto, oggi la bolletta dell’energia è presente in due tipologie di tariffazione domestica: la D2 - per utenti residenti - e la D3 - per utenti non residenti - ma a partire dal prossimo anno non sarà più così.

L’unica tariffa domestica sarà la TD la quale avrà il consumo come unico parametro, indipendentemente dalla potenza impiegata. Nel dettaglio, in questa nuova tariffa per l’energia elettrica sono incluse le seguenti voci:

  • costo della spesa di trasporto: uguale per tutti i clienti poiché non dipenderà più dalla potenza;
  • costo degli oneri generali di sistema: questo parametro cambia a seconda della tipologia del cliente, poiché mentre chi è residente avrà tutti i corrispettivi applicati alla quota energia, i non residenti avranno una bolletta suddivisa in quota fissa e quota energia.

La tariffa TD inoltre sostituisce la D1, ossia quella che viene riservata ai clienti - solo se residenti - che per l’impianto di riscaldamento o raffreddamento utilizzano una pompa di calore.

Insomma, dal 1° gennaio prossimo per capire quanto si spende per l’energia elettrica bisognerà fare riferimento ad un’unica tariffa, la TD, che secondo i piani dell’Unione Europea dovrebbe far risparmiare circa un centinaio di euro ogni fine anno sui costi della luce.

Ma sarà proprio così? Facciamo chiarezza.

Quanto si risparmia sulle nuove bollette della luce?

Come anticipato, oggi i costi della spesa di trasporto dell’energia non sono uguali per tutti gli utenti residenti. Questo perché vale il parametro della “struttura progressiva”, con i costi che variano a seconda del consumo di energia.

La tariffa progressiva era stata introdotta per ridurre gli sprechi, premiando coloro che si limitavano ai consumi essenziali. Tuttavia oggi non è più valido il parametro “più consumo = maggiore spreco”, anzi è molto probabile che chi consuma di più è perché punta ad una maggiore efficienza e sostenibilità energetica.

È evidente quindi che a risparmiare saranno principalmente coloro che consumano molta energia, visto che non verrà più applicato il sovrapprezzo sulla potenza impiegata.

Per lo stesso motivo possiamo confermare che non ci sarà alcun risparmio per chi consuma meno; d’altronde la nuova tariffa TD è stata introdotta proprio per incentivare l’utilizzo dell’energia elettrica, a fronte di una riduzione del gas.

Ecco una tabella nella quale abbiamo messo in evidenza le conseguenze del passaggio alla tariffa unica TD a seconda della quantità di consumo di energia.

Tariffa Consumi Cosa cambia per i costi
D2 fino a 1.800 kWh + 64€ l’anno
D2 fino a 2.700 kWh +32€ l’anno
D2 fino a 3.100 kWh 0€
D2 fino a 4.400 kWh - 80€ (risparmio)
D3 1.100 kWh 0€
D3 3.400 kWh -90€ (risparmio)

Se volete approfittare di questa nuova tariffa, quindi, vi consigliamo di ridurre l’utilizzo degli impianti a gas in favore di altri alimentati ad energia elettrica.

Ad esempio, per riscaldarvi potete utilizzare delle pompe di calore piuttosto dei termosifoni, mentre per cucinare il tradizionale piano cottura a gas potrebbe essere sostituito da un piano ad induzione.

Per avere l’acqua calda, invece, potete acquistare un nuovo scaldabagno a pompa di calore; ce ne sono con capacità di accumulo anche di 80 litri e consumano molto poco.

Solo mettendo in pratica questi consigli potrete beneficiare dei vantaggi della nuova tariffa TD, poiché non solo avrete dei costi ridotti sulla bolletta dell’energia elettrica ma anche su quella del gas (visti i consumi ridotti notevolmente).

Argomenti:

Enel

Condividi questo post:

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Enel

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Commenti:

Potrebbero interessarti

Simone Micocci

Simone Micocci

4 giorni fa

Cosa succede se non pago le bollette di luce e gas?

Cosa succede se non pago le bollette di luce e gas?

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

1 settimana fa

Accordo Enel Audi per la ricarica delle auto elettriche

Accordo Enel Audi per la ricarica delle auto elettriche

Commenta

Condividi

Lorenzo Baldassarre -

Enel in verde: Standard & Poor’s alza il rating a BBB+

Enel in verde: Standard & Poor's alza il rating a BBB+

Commenta

Condividi