Meteo, che estate sarà: caldo record e zero piogge

Giorgia Bonamoneta

09/07/2022

09/07/2022 - 15:39

condividi

L’ennesima estate da caldo record, ma per gli esperti sarà la più fresca dei prossimi 30 anni. Ecco come sarà il meteo del prossimo mese.

Meteo, che estate sarà: caldo record e zero piogge

Giunta a metà strada l’estate 2022 ha già dimostrato di essere molto calda, la più calda degli ultimi anni, quasi quanto la torrida estate del 2003. Non è ancora finita e nei prossimi giorni sarà caldo record. Secondo i modelli stagionali sarà un’estate torrida e secca, sopra la media europea e comprenderà anomalie di temperature e fenomeni estremi. Il caso limite della tempesta che ha colpito il centro Italia solo due giorni fa è la prova di questa altalenante situazione climatica dagli effetti estremi: eccezionale caldo di giorno, tempeste violente di notte.

La grave crisi idrica del Paese, in particolare nel Nord e nel Centro Italia, non è stata salvata dalle piogge torrenziali della scorsa notte. È molto probabile che la situazione peggiorerà in futuro, tanto che alcuni esperti hanno annunciato il concreto rischio di non vedere più pioggia fino a settembre.

Secondo gli esperti l’estate 2022 sarà la più fresca dei prossimi anni. La tendenza generale è che ogni estate negli ultimi anni è più calda di quella precedente, e ogni anno si toccano nuovi record di calore e siccità. Anche avendo riscontrato questo modello climatico, dal 15 luglio è previsto un caldo eccezionale, da record, maggiore rispetto a quello riscontrato pochi giorni fa.

Che estate sarà? Attenzione al caldo record

Il Centro europeo per le previsioni metereologiche a medio termine, con sede nel Regno Unito e una struttura di calcolo a Bologna, ha confermato che sarà un’estate torrida e secca. Dal 15 luglio in Italia si verificherà un ondata di calore record. Meglio godersi i pochi giorni di freschezza rimasti, perché dal 15 luglio fino al 20 luglio i “valori saranno preoccupanti”. A dirlo è Antonio Sanò, esperto di meteo per Il Meteo.it. “Parliamo di 25 gradi a 1500 metri. Un valore di riferimento standard per le ondate di calore e che al suolo produrranno 40 gradi sulla Valle Padana, 40° a Firenze e a Roma, ma ancora di più in Puglia (provincia di Foggia), Sicilia (zona di Siracusa) e nell’interno della Sardegna - continua Sanò - Il Centro Europeo ci mette in allerta dicendoci che agosto sarà più caldo del normale e di parecchio”.

Anche il mese appena trascorso è stato da record: giugno 2022 è stato infatti il secondo mese più caldo mai registrato in Europa e il terzo mese più caldo mai registrato a livello globale. È bene sapere che diversi studi mettono in guardia sul futuro delle estati. Infatti questa potrebbe essere l’estate più fresca dei prossimi trent’anni. Il motivo è semplice: l’effetto serra. Anche riducendo drasticamente le emissioni di CO2, al pianeta Terra serve tempo per riprendersi e il futuro delle prossime estati è già scritto.

Meteo: rischio siccità fino a settembre

Non sarà solo un’estate calda, sarà anche un’estate senza acqua. Il rischio siccità già annunciato in tutta Italia e ben visibile nel Nord e nelle zone del Centro, potrebbe diventare concreto su tutta la penisola nei prossimi 1-2 mesi.

Le piogge della scorsa notte non hanno risolto il problema della siccità in Italia e non sopperiranno alla mancanza di piogge nel prossimo mese e mezzo. Secondo gli esperti potrebbe non piovere fino a settembre, peggiorando ulteriormente la grave crisi idrica. Fenomeni di siccità non vuol dire soltanto non avere acqua, ma anche un amento dei casi di incendi.

Parte del problema, oltre al caldo, è la situazione della rete idrica. Il 42% dell’acqua estratta in Italia diventa una perdita perché non raggiunge la destinazione. La gestione della rete idrica spetta ai Comuni, ma con l’attuale crisi dell’acqua è necessario un intervento nazionale. Impianti troppo vecchi, rotture e allacci abusivi hanno bisogno di un intervento immediato. Dopotutto gli italiani sono i maggiori consumatori di acqua in Europa e perdere il 42% dell’acqua estratta aggrava la situazione di siccità su tutta la penisola.

Argomenti

# estate