Maturità 2022: cos’è il documento del 15 maggio e perché è importante

Giorgia Bonamoneta

06/05/2022

06/05/2022 - 13:05

condividi

La Maturità 2022 si compone di due prove scritte e un orale. Gli argomenti delle prove saranno decisi a partire dal documento del 15 maggio. Ecco cos’è e perché è importante.

Maturità 2022: cos'è il documento del 15 maggio e perché è importante

Si avvicina la Maturirà 2022 e per gli studenti delle classi quinte di tutta Italia è giunto il momento di conoscere gli argomenti che saranno presenti all’esame conclusivo per il diploma. Il nome del documento che contiene le informazioni utili per sapere cosa studiare e cosa tralasciare si chiama documento del 15 maggio.

È giunta l’attesa ordinanza ministeriale per conoscere le regole della nuova maturità 2022. Gli esami finali tornano a cambiare, ma non indossano nuovamente le vesti pre-pandemia. Sull’ordinanza si legge che la Maturità 2022 sarà composta da due prove scritte e un orale. Il documento del 15 maggio distingue quali sono gli argomenti sul quale concentrarsi, quelli inseriti nel programma, approvati e condivisi dal consiglio di classe.

La scelta delle prove dipenderà proprio dalla commissione composta dai docenti interni e dal presidente esterno e quindi gli argomenti saranno plasmati sulle esigenze delle classi, che anche quest’anno sono state vittime del sistema ibrido presenza-dad per colpa della pandemia.

Maturità 2022: a cosa serve il documento del 15 maggio

Come ogni anno, con maggio si avvicina il periodo della Maturità e del periodo di grande impegno fisico e mentale dei giovani di tutta Italia. È un periodo saturo di informazione, che inizia ufficialmente il 15 maggio, con la pubblicazione del fantomatico “documento del 15 maggio” nel quale vengono segnalati tutti gli argomenti che la classe ha affrontato e sui quali potrà essere interrogata.

In questi giorni è stata pubblicata l’ordinanza ministeriale che mette nero su bianco la tipologia dell’esame finale di Maturità del 2022. Leggiamo che:

Entro il 15 maggio 2022 il consiglio di classe elabora, ai sensi dell’art. 17, comma 1, del d. lgs. 62/2017, un documento che esplicita i contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi e i tempi del percorso formativo, i criteri, gli strumenti di valutazione adottati e gli obiettivi raggiunti, nonché ogni altro elemento che lo stesso consiglio di classe ritenga utile e significativo ai fini dello svolgimento dell’esame.

Per le discipline coinvolte sono altresì evidenziati gli obiettivi specifici di apprendimento ovvero i risultati di apprendimento oggetto di valutazione specifica per l’insegnamento trasversale di Educazione civica

Il documento indica inoltre, per i corsi di studio che lo prevedano, le modalità con le quali l’insegnamento di una disciplina non linguistica (DNL) in lingua straniera è stato attivato con metodologia CLIL.

Il documento del 15 maggio contiene gli argomenti affrontati in classe durante l’anno, tutti gli obiettivi raggiunti e tutto ciò che il consiglio di classe ritiene opportuno segnalare e che può essere utile allo svolgimento dell’esame finale. A questo documento sono aggiunte le certificazioni e le simulazioni svolte durante l’anno, oltre che gli atti delle attività PCTO (alternanza scuola lavoro).

L’importanza del documento del 15 maggio è dovuto proprio alla costruzione delle prove dell’esame finale, che quest’anno saranno scritte direttamente dalla commissione (professori interni più presidente esterno).

Maturità 2022: decise due prove scritte e un orale

La Maturità 2022 si comporrà di due prove scritte e una prova orale. Gli argomenti saranno decisi dalla commissione composta dai professori interni e dal presidente esterno. Le tracce quindi non saranno ministeriali e generali per tutta Italia, ma risponderanno al bisogno di ogni classe.

La Maturità 2022 si divide in tre fasi:

  • una prova scritta di italiano (prima prova)
  • una prova scritta di materia di indirizzo (seconda prova)
  • una prova orale di analisi di un argomento scelto dalla commissione, Educazione civica, lavoro multimediale ed esperienza PCTO

Argomenti

# Scuola
# MIUR

Iscriviti a Money.it