Marco Arletti, il “boss in incognito”: chi è l’amministratore delegato di Chimar?

Giorgia Bonamoneta

14/06/2022

15/06/2022 - 12:43

condividi

Chi è Marco Arletti, amministratore delegato di Chimar? Questa settimana è stato il protagonista dello show della Rai Boss in incognito.

Marco Arletti, il “boss in incognito”: chi è l'amministratore delegato di Chimar?

Il protagonista della nuova puntata di Boss in incognito di questa settimana (14 giugno 2022) è Marco Arletti, amministratore delegato di Chimar spa. Chimar è una grossa azienda italiana che produce scatole e imballaggi industriali.

Marco Arletti, amministratore delegato di Chimar spa, è il terzo ospite dell’ultima stagione dello show famoso in Italia e all’estero Boss in incognito, presentato da Max Giusti. Per cinque giorni lavorativi ha interpretato la parte di Federico, un dipendente dell’azienda che ha fondato nel 2000 insieme al padre, Giovanni Arletti. La sede principale si trova in provincia di Modena, a Limidi di Soliera, ma l’azienda conta diverse sedi (ben 25) sparse in tutto il Nord Italia.

Arletti non è un volto noto e sulla sua persona non si conosceva molto prima della partecipazione allo show. È lecito quindi domandarsi chi è l’amministratore delegato della Chimar che ha partecipato a Boss in incognito per rinnovare il legame con l’azienda di famiglia. Arletti ha raccontato la sua esperienza sotto copertura tramite il suo profilo personale di Instagram, nel quale attraverso una sequenza di foto ha spiegato come lo show gli abbia permesso di incontrare le persone che lavorano nell’azienda e vedere il lavoro dei dipendenti sotto una prospettiva diversa.

Chimar scrive sulla sua pagina aziendale che da anni s’impegna nel dare la migliore qualità della vita e del lavoro ai propri collaboratori, circa 550 suddivisi in 25 sedi, e un modo per rendersi conto, dal basso, se questa aspettativa è rispettata o meno è stato proprio partecipare a Boss in incognito.

Chi è Marco Arletti, l’amministratore delegato di Chimar: biografia e carriera

Su Marco Arletti non si conosce molto, tutta la sua vita è descritta attraverso i social che frequenta, come Instagram. Sappiamo che è nato a Carpi, nel Modenese, il 18 novembre 1977 e che è l’amministratore delegato di Chimar Spa, un’azienda italiana specializzata nel settore della produzione di imballaggi industriali in diversi materiali, dal legno al cartone. L’azienda ha sede nella provincia di Modena, ma nel tempo si è espansa e oggi conta numerose sedi in tutto il Nord Italia.

Arletti continua a vivere nella città natale insieme alla sua famiglia, dove ha ideato e fondato insieme al padre, Giovanni Arletti, l’azienda di famiglia. Nel corso del tempo si è guadagnato il ruolo di presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Emilia fino al 2019 e di Adaci (Associazione Italiana manager degli approvvigionamenti) nella sezione Emilia-Romagna e Marche, mentre dal 1° giugno 2022 è rappresentante generale di Confindustria Emilia.

In questi giorni si parla di Arletti perché, dopo tanto ragionare, l’imprenditore ha deciso di partecipare allo show Boss in incognito, dove è stato messo a lavorare insieme ai suoi dipendenti, scoprendo l’azienda sotto un altro punto di vista.

Arletti racconta la sua esperienza in incognito: com’è andata

La puntata di Boss in incognito non è andata ancora in onda, ma già Marco Arletti ha raccontato la sua esperienza attraverso i canali social.

«Per cinque giorni ho ricoperto i panni di Federico, uomo che ha perso il lavoro a causa del Covid con il desiderio e la necessità di trovarne uno nuovo, e così sono entrato in Chimar e ho visto l’azienda da una prospettiva diversa», ha scritto su Instagram, nella didascalia di una serie di foto del preshow.

Truccato e sotto copertura, ha lavorato una settimana (5 giorni) nel settore della produzione, affiancando di volta in volta un dipendente, riuscendo nell’impresa di non farsi riconoscere. «Sono state giornate molte intense», ha raccontato Arletti, «oltre tre ore di trucco la mattina, il tentare di modificare la voce, la paura di essere scoperto, il calarsi in una identità diversa. Ma mi hanno regalato un’esperienza straordinaria».

Argomenti

# Rai tv

Iscriviti a Money.it