Magneti Marelli: è quasi fatta tra Fca e Kkr?

La società che produce componenti per auto sarebbe ormai vicina all’essere ceduta al fondo americano, che però non vorrebbe sborsare più di 5 miliardi di euro, mentre Fca ne chiede almeno 6.

Magneti Marelli: è quasi fatta tra Fca e Kkr?

Potrebbe essersi complicata l’operazione Magneti Marelli. Dopo le indiscrezioni trapelate nelle scorse settimane, secondo quanto riportato da Bloomberg sembra che ora i negoziati tra Fiat Chrysler e KKR per la cessione di Magneti Marelli si siano bruscamente interrotti a causa del mancato accordo sul prezzo: una discrepanza di 1 miliardo di euro tra le parti che sembrerebbe aver bloccato il deal.

Dalla cessione, infatti, Fca vorrebbe incassare una cifra superiore ai 6 miliardi di euro, ma l’interlocutore sarebbe disposto a pagarne non più di 5.

Il gruppo automobilistico e il fondo statunitense troveranno un compromesso a metà strada, a 5 miliardi e mezzo come stimano gli analisti?

Intanto, le azioni Fca, al momento della scrittura, scambiano poco sopra la parità, a 14,99 con un leggere rialzo dello 0,11%.

Magneti Marelli: accordo vicino Fca-Kkr?

Le trattative tra Fca e Kkr starebbero andando avanti da tempo, come già anticipato a fine agosto. Nonostante il progetto iniziale del compianto Sergio Marchionne fosse quello di procedere con uno scorporo di Magneti Marelli e una successiva quotazione in Borsa, l’ex ad aveva anche lasciato intendere che se fosse arrivato l’assegno giusto, il gioiellino del gruppo automobilistico avrebbe potuto essere ceduto.

L’interesse del fondo statunitense verso la società specializzata nella componentistica per auto sembra ormai chiaro, ma quanto sarà disposto a sborsare per assicurarsene l’acquisizione?

Fin da subito era apparso evidente che la cifra in ballo sarebbe stata ben più alta del valore stimato: Fca punta a chiudere un accordo da almeno 6 miliardi di euro, ma Kkr vorrebbe tenere la transazione intorno ai 5 miliardi.

Gli altri corteggiatori

Molti osservatori finanziari spiegano che l’accordo tra il gruppo automobilistico e l’equity fund americano potrebbe essere trovato a metà strada, a 5,5 miliardi di euro, risultando comunque positivo e “accrescitivo” per Fca.

Bisogna comunque ricordare che ci sono anche altri soggetti interessati all’acquisizione di Magneti Marelli, che secondo gli ultimi dati a disposizione nel 2016 ha generato un fatturato di 7,9 miliardi di euro.

A corteggiare la società, si sarebbero fatti avanti anche il fondo americano Apollo Global Management, Bain Capital e un non meglio identificato fornitore di componenti per auto con sede in Asia.

In alternativa, se l’accordo dovesse saltare, l’attuale ad Mike Manley potrebbe sempre rispolverare l’ipotesi dello spin-off – “resta ancora una possibile opzione” ricorda Mediobanca - e dell’eventuale successiva quotazione in Borsa.

Le stime degli analisti

Tuttavia, secondo indiscrezioni, Magneti Marelli sembra ormai essere vicina alla cessione a Kkr. Secondo Mediobanca, che valuta la società circa 5 miliardi, Fca e il fondo statunitense potrebbero trovare un’intesa tra i 5 e i 6 miliardi di euro.

L’operazione sarebbe comunque positiva per il gruppo automobilistico perché

“l’eventuale vendita a 6 miliardi, pari a 3,9 euro per azione, porterebbe a un aumento del prezzo di Fca di almeno il 6%”.

Ma dalla vendita di Magneti Marelli, la quotata italiana “migliorerebbe la posizione di liquidità netta di gruppo” e si “trasformerebbe in un puro costruttore di auto, diventando così un partner più interessante per un altro player”.

Anche gli analisti di Banca Akros ritengono che “dai colloqui, che andranno avanti anche questa settimana, sia possibile che i due gruppi trovino un ragionevole compromesso a 5,5 miliardi”, una cifra ritenuta equa.

Infine, Banca Imi valuta la società sotto i 4 miliardi: “Qualsiasi valutazione al di sopra di questo livello sarebbe accrescitiva per Fca e consideriamo una valutazione totale di 6 miliardi per Magneti come il miglior scenario per il gruppo” sottolineano gli analisti.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Magneti Marelli

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.