Balzo FCA: tutti pazzi per Magneti Marelli, ma c’è dell’altro

Azioni FCA in rally grazie a Magneti Marelli: la componentistica fa sempre più gola e le proposte continuano ad arrivare.

Balzo FCA: tutti pazzi per Magneti Marelli, ma c'è dell'altro

Azioni FCA in grande spolvero oggi sulla Borsa Italiana grazie al crescente interesse internazionale su Magneti Marelli.

Se tutto andrà come previsto il ramo componentistica sarà scorporato dalla casa madre entro l’inizio del 2019 e sarà successivamente quotato in Borsa. Un’operazione che secondo gli analisti potrebbe far guadagnare alle azioni FCA un altro euro.

Un cammino già tracciato, insomma, che potrebbe essere però messo in discussione dalla presentazione di una corposa offerta su Magneti Marelli - lo stesso Marchionne aveva aperto alla possibilità di vendere.

L’idea di poter mettere le mani sul ramo ha già suscitato l’interesse di diversi gruppi che, secondo Bloomberg, hanno già presentato le proprie offerte. Le semplici indiscrezioni in merito sono bastate a far balzare le azioni FCA nell’ultima sessione della settimana. A dir la verità, tutti i titoli della galassia Agnelli hanno registrato buone performance oggi.

Azioni FCA sostenute da Magneti Marelli: chi è interessato?

Stando a quanto riportato dal quotidiano statunitense, su Magneti Marelli si sarebbe già posato lo sguardo interessato di un gruppo asiatico la cui offerta, però, sarebbe già stata rifiutata dall’italiana. Tra gli altri potenziali acquirenti anche Bain Capital e Apollo Global Management.

Date le offerte citate, il valore del ramo componentistica potrebbe attestarsi nella parte alta della forchetta stimata tra 4 e 6 miliardi di euro.

Buone notizie dagli USA

L’odierna corsa delle azioni FCA non è stata determinata soltanto dall’interesse per Magneti Marelli, ma anche dalle ultime notizie giunte dagli USA. Stando a quanto emerso ieri Donald Trump starebbe pensando di congelare gli standard sulle emissioni ai livelli già stabiliti per il 2020.

Una mossa che, in altre parole, allenterebbe i vincoli facenti capo alle società automobilistiche e cancellerebbe quanto previsto da Obama, ossia il raddoppio del’efficienza entro il 2025.

“Qualunque modifica che riveda i target di efficienza al 2025 sarebbe positivo per i produttori di auto in quanto potrebbero ridurre gli investimenti in ricerca e sviluppo”,

hanno confermato gli analisti di Equita.

AL momento della scrittura, tra Magneti Marelli e buone nuove dal fronte USA, le azioni FCA stanno scambiando in rialzo del 2,55% su quota 14,56 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Fiat Chrysler Automobiles (FCA)

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.