Iveco accelera la quotazione a Piazza Affari: tutto ciò che c’è da sapere

Mauro Speranza

16 Settembre 2021 - 15:07

condividi

Lo spin off per Iveco potrebbe finalmente realizzarsi dopo lo stop arrivato con la pandemia, aprendo le porte alla quotazione del nuovo gruppo.

Iveco accelera la quotazione a Piazza Affari: tutto ciò che c'è da sapere

Cnh Industrial potrebbe accelerare l’operazione di spin off per Iveco finalizzata alla quotazione in borsa della sua controllata che produce veicoli commerciali.
L’indiscrezione è stata diffusa dal Sole 24 Ore e il titolo Cnh Industrial ha aperto la seduta di Piazza Affari tra gli acquisti.

La quotazione a Piazza Affari di Iveco

Il giornale finanziario scrive che la quotazione di Iveco potrebbe arrivare nel gennaio 2022 a seguito di una possibile accelerazione dello spin off della controllata di Cnh Industrial, annunciato già nel settembre 2019, e di Fpt, la divisione dedicata alla progettazione, produzione e vendita di motopropulsori.

L’arrivo della pandemia, però, aveva bloccato qualsiasi operazione, a cui si aggiungeva anche lo stop del governo alla trattativa con i cinesi di Faw Jiefang che avevano offerto 3,5 miliardi.

Il gruppo controllato da Exor, holding della famiglia Agnelli, punterebbe a risolvere nel più breve tempo possibile tutte le incombenze di carattere legale e procedere nelle prime settimane del 2022, rivelano fonti del Sole.
Cnh, inoltre, potrebbe valorizzare il nuovo Iveco Group con Fpt e i suoi otto brand con un sostegno economico tra i 5 e i 10 miliardi di euro.
Anche se gennaio non è lontano, l’amministratore delegato di Fpt Industrial, Annalisa Stupenengo, ha spiegato che la società è “assolutamente in tempo”.

A Milano, intanto, l’apertura delle contrattazioni di Piazza Affari ha visto il titolo Cnh Industrial arrivare a guadagnare oltre il 3% dopo circa un’ora, con le azioni scambiate a 14,35 euro.

Cresce Iveco in Germania

Nel corso dell’intervista, la Ceo di Fpt ha poi accennato ad offerte di business per accompagnare un cambiamento a 360 gradi nel settore, riferimento nel quale potrebbe essere letta anche l’inaugurazione della fabbrica a Ulm, in Germania in collaborazione con la start up americana dei camion elettrici, Nikola, con la quale è in corso una partnership.
Proprio ieri, infatti, Iveco ha comunicato la presentazione al pubblico del nuovo impianto tedesco di produzione dedicato ai camion pesanti elettrici Nikola Tre. Da Iveco hanno comunicato che la produzione di veicoli potrebbe iniziare entro fine anno, rispettando i tempi previsti.

La presentazione al pubblico ha coinvolto i modelli di Nikola Tre con batterie elettriche (Battery Electric Vehicle, BEV), oltre allo step successivo di questa piattaforma modulare, cioè il prototipo di veicolo elettrico ibrido a celle a combustibile (Fuel Cell Hybrid Electric Vehicle, FCEV).
I primi modelli di Nikola Tre prodotti verranno consegnati a clienti selezionati negli Stati Uniti nel corso del 2022, mentre il modello successivo entrerà in produzione a Ulm entro la fine del 2023.

Secondo quanto spiegato nel corso della presentazione dal CEO designato del futuro Gruppo IVECO, Gerrit Marx, Iveco ha fornito una piattaforma alla tecnologia di Nikola con l’obiettivo principale di assumere la leadership nel settore del trasporto pesante a breve e a lungo raggio, che sia neutrale dal punto di vista dell’impatto ambientale.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.