Avvelenamento da ago: il fenomeno che allarma l’Europa

Claudia Mustillo

27 Giugno 2022 - 11:19

condividi

Needle spiking: pizzicore, nausea, stato confusionale e malessere, i sintomi dell’avvelenamento da ago. Ecco di cosa si tratta.

Avvelenamento da ago: il fenomeno che allarma l'Europa

Un nuovo allarme in Europa e nel mondo, ma questa volta non è un virus. Si chiama Needle Spiking, “avvelenamento da ago”, e si tratta del nuovo fenomeno che in Francia, ma non solo, sta diffondendo il panico da qualche settimana. Solamente a Nimes, nell’ultimo weekend, sono state cinquanta le segnalazioni. Gli episodi di avvelenamento si sono verificati per lo più durante serate in discoteca, concerti o in situazioni di grande affollamento e calca.

C’è preoccupazione in molti Paesi e sui social si diffonde la paura di chi frequenta discoteche e concerti. Ecco di che cosa si tratta.

Una puntura, un pizzico, o almeno la sensazione di esser pizzicati e poi il malessere, la nausea e la sensazione di capogiro. Durante la Féria de Nîmes (Gard) sono state cinquantuno le persone che hanno dichiarato di aver subito punture a tradimento, tra giovedì 2 giugno e lunedì 6 giugno, ai presidi della Croce Rossa. In totale negli ultimi mesi sono circa 300 le denunce e sui social network si diffonde la paura.

«Alcuni non hanno sperimentato nulla, altri sono stati vittime di malesseri. Ma ogni volta vediamo la presenza di punture», ha commentato il pubblico ministero di Auch Jacques-Edouard Andrault all’Afp. Quello che però medici e autorità ancora non riescono a capire è se e cosa viene iniettato alle vittime.

Needle Spiking: cos’è l’avvelenamento da ago

Sembrava una psicosi collettiva e invece un uomo è stato messo sotto inchiesta dopo che alcuni spettatori, circa una ventina, hanno denunciato di aver subito delle misteriose punture a tradimento durante la registrazione di un programma.

Il ventenne di Lione sospettato è già sotto fermo come disposto dal procuratore di Tolone. Le vittime hanno raccontato di aver sentito la puntura durante il concerto e di aver visto il ragazzo girare con una siringa in mano.

Il nuovo caso si aggiunge alle denunce, simili, avvenute qualche tempo fa in diversi paesi d’Europa, soprattutto in discoteca, da parte di chi affermava di essere stato punto a tradimento. Le vittime, anche in questo caso, hanno segnalato dopo il pizzico sintomi come capogiro, nausea e stato confusionale.

Anche a Belfort sei persone, lo scorso weekend, hanno denunciato di essere stati punti durante un concerto e altre quattro al festival Pentecostavic a Vic-Fezensac. Emulazione o un nuovo fenomeno globale?

Ancora non si capisce quali siano i confini reali di questo nuovo fenomeno, né chi lo sta facendo e le sue motivazioni ma è probabile che presto o tardi l’avvelenamento da ago arrivi anche in Italia.

Argomenti

Iscriviti a Money.it