Clima, il 2022 ha battuto tutti i record: è l’anno più caldo con temperature superiori alle medie

Claudia Mustillo

10 Gennaio 2023 - 16:59

condividi

Il 2022 è stato un anno di record per il clima: estate con temperature più alte e l’autunno è il terzo più caldo.

Clima, il 2022 ha battuto tutti i record: è l'anno più caldo con temperature superiori alle medie

Il 2022 è stato l’anno più caldo di sempre. Secondo il rapporto Global Climate Highlights 2022 di Copernicus, il programma di osservazione della Terra dell’Unione europea, la temperatura è stata di 1,2 gradi superiore rispetto al periodo pre-industriale (1850-1900).

Anche per l’Italia è stato l’anno più caldo dal 1800 e la media annuale è stata più alta di 1,5 gradi e i primi giorni del 2023 non sembrano prospettare di meglio.

D’altra parte il cambiamento climatico è ormai sotto gli occhi di tutti, basta pensare alle temperature oltre i 40° raggiunte durante l’estate 2022 e alle lunghe e prolungate ondate di caldo che hanno causato almeno 15mila morti in molti Paesi del mondo.

L’estate 2022 è stata la più calda in Europa

L’ottavo anno consecutivo con temperature superiori di oltre 1 grado rispetto ai livelli pre-industriali, ma l’estete 2022 è stata la più calda mai registrata in Europa e l’anno appena concluso è stato il secondo anno più caldo nella storia d’Europa, il quinto al mondo.

Il 2022 ha battuto diversi record climatici: l’estate ha superato il record di temperature calde che era dell’anno precedente, il 2021, e l’autunno è stato il terzo più caldo mai registrato in Europa. Superato solo dal 2020 e 2006. Le temperature invernali dello scorso anno sono state di circa 1 grado superiore alla media stagionale: l’inverno 2022 è tra i dieci più caldi.

In Europa, secondo Copernicus, si è registrato un aumento delle temperature di più del doppio della media globale degli ultimi 30 anni. Si tratta del tasso più alto di qualsiasi altro continente e diversi paesi dell’Europa occidentale e meridionale hanno registrato le temperature più alte dal 1950. In generale in tutto il mondo gli ultimi 8 anni sono stati i più caldi mai registrati.

Registrate le temperature più alte dal 1950

Ondate di calore intense e prolungate hanno colpito il territorio europeo e la temperatura media annuale a livello globale è stata di 0,3 gradi superiore al periodo di riferimento compreso fra il 1991 e il 2020. Le alte temperature e il persistere di bassi livelli di precipitazioni ha portato condizioni di siccità diffuse, in Italia l’allarme siccità ha coinvolto diversi territori per gran parte del periodo estivo. E il nuovo anno non sembra voler interrompere il trend.

Per il terzo anno consecutivo, nel 2022, si è verificato il fenomeno de «La Nina» cioè il raffreddamento delle temperature delle acque superficiali dell’Oceano Pacifico centrale e orientale. Questo ha portato temperature basse e precipitazioni elevate in Australia orientale.

Cambiamento climatico e inquinamento atmosferico

«I gas serra sono i principali responsabili del cambiamento climatico e le loro concentrazioni continuano ad aumentare ogni anno e non mostrano segni di rallentamento», spiega Vincent-Henri Peuch, direttore del Servizio di monitoraggio atmosferico Copernicus.

Secondo i dati raccolti le concentrazioni di CO2 atmosferica sono aumentate di circa 2,1 parti per milione (ppm), un tasso simile a quello degli ultimi anni, mentre le concentrazioni di metano sono aumentate di circa 12 parti per miliardo (ppb), tasso superiore alla media ma inferiore ai massimi storici degli ultimi due anni.

L’anno si è chiuso con una media di circa 417 ppm di CO2 e 1.894 ppb di metano nell’atmosfera, entrambe le concentrazioni più alte mai registrate dal satellite. Se si includono altri record, questo sarebbe il livello più alto di CO2 in oltre 2 milioni di anni e il più alto di metano in oltre 800.000 anni.

Argomenti

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it