Guerra commerciale: le valute da monitorare in caso di accordo USA-Cina

Guerra commerciale e Forex: le valute da monitorare con attenzione in caso di accordo USA-Cina

Guerra commerciale: le valute da monitorare in caso di accordo USA-Cina

Se la guerra commerciale USA-Cina si concluderà con un accordo, alcune valute metteranno a segno variazioni molto più evidenti rispetto a quelle delle altre colleghe.

La battaglia a suon di dazi combattuta per più di un anno ha avuto ripetute conseguenze sui mercati. I beni rifugio come l’oro, ma anche i titoli azionari più esposti al conflitto hanno oscillato vistosamente, sia nell’una che nell’altra direzione.

Neanche il Forex è stato esentato dagli effetti della guerra commerciale. Si pensi soltanto all’andamento del dollaro USA o ancora a quello dello yuan cinese, svalutato intenzionalmente dalla banca centrale asiatica con l’obiettivo di svantaggiare Donald Trump & Co.

Guerra commerciale: le valute più esposte in caso di accordo

Una recente analisi di Bloomberg ha cercato di mettere in luce le correlazioni esistenti tra alcune valute specifiche e la guerra commerciale USA-Cina.

All’inizio del 2019 i rapporti tra le due potenze sono sembrati più distesi cosa che ha fatto ben sperare nel raggiungimento di un accordo. L’ottimismo ha però avuto vita breve e le relazioni si sono deteriorate ancora.

Washington e Pechino hanno iniziato nuovamente a minacciare l’introduzione di dazi reciproci e hanno allontanato le speranze di trovare la tanto agognata intesa.

Tutto ciò ha avuto profonde ripercussioni sui mercati, valutario compreso. Da qui la necessità degli esperti di capire e addirittura prevedere quali potrebbero essere le valute più colpite in caso di accordo commerciale.

Lo studio ha preso in considerazione 19 valute e ha cercato di capire come ciascuna di esse si è mossa durante i periodi in cui lo yuan cinese è oscillato di almeno il 2%. Il tutto in un arco di tempo compreso tra la metà del 2017 e oggi.

Stando ai risultati dell’indagine, se la guerra commerciale terminerà con un accordo sarà il real brasiliano a mettere a segno le performance migliori. Il baht thailandese e lo shekel israeliano saranno invece quelli meno pronti a reagire. Più in generale, ha continuato l’analisi, le oscillazioni maggiori saranno quelle delle valute dei Paesi esportatori di materie prime.

Ecco di seguito la classifica delle valute più propense a muoversi in caso di accordo commerciale:

  1. Real brasiliano
  2. Peso cileno
  3. Peso colombiano
  4. Rublo russo
  5. Won sudcoreano
  6. Ringgit malese
  7. Dollaro di Singapore
  8. Dollaro taiwanese
  9. Rupia indonesiana

Tra quelle che potrebbero oscillare in maniera moderata troviamo:

  1. Lira turca
  2. Rand sudafricano
  3. Fiorino ungherese
  4. Zloty polacco
  5. Corona ceca
  6. Peso messicano
  7. Rupia indiana

Infine, se la guerra commerciale si concluderà con un accordo, le variazioni più inconsistenti saranno quelle delle seguenti valute:

  1. Baht thailandese
  2. Shekel israeliano
  3. Peso filippino

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati per ricevere le news su Guerra commerciale

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \