Euro in attesa dell’inflazione. Salirà ancora?

David Pascucci

16 Novembre 2022 - 13:25

condividi

Vediamo insieme l’analisi di EurUsd prima dell’uscita dei dati di domani sull’inflazione.

Euro in attesa dell'inflazione. Salirà ancora?

Sono usciti stamani i dati sull’inflazione Uk, oltre le attese e oltre al dato precedente. L’inflazione nel Regno Unito che si attesta all’11,1%.

Il dato non ha comunque avuto enorme influenza sull’andamento della sterlina, che in questo momento si trova ancora a ridosso dei massimi in area 1,19. L’andamento di questa inflazione, a quanto pare era già preventivato dalla BoE, che ha infatti stabilito un tasso di interesse target al 5,25% per il terzo trimestre del 2023, che potrebbe portare l’inflazione ai livelli del 2% per il 2024.

La situazione europea è diversa e, per il momento, il mercato sta comprando EurUsd per una convenienza circa i futuri aumenti dei tassi di interesse rispetto alla Fed, che ha meno spazio per aumentare i tassi rispetto all’Europa.

L’Ue, invece, ha ancora ampio margine di manovra, motivo per cui vediamo dei forti acquisti su tutte le majors in questo momento. Un vero e proprio rimbalzo tecnico su EurUsd è ancora in fase di formazione pertanto, come nel caso della sterlina, dobbiamo attendere ancora tempo prima di vederne la conferma.

Il dato sull’inflazione in Europa

Il dato sull’inflazione europea è previsto al 10,2%, un dato più basso rispetto a quello di riferimento del 10,7% di uno 0,5%, quindi ci si aspetta un calo in linea con quanto visto negli Usa.

L’unico vero problema risiede nel fatto che l’andamento dell’inflazione nella zona europea (Uk compreso) è caratterizzato da un trend rialzista molto forte, privo dei cali importanti degli Usa, che hanno un’inflazione in discesa da luglio 2022 dal picco del 9,1% di giungo.

Ovviamente su questo trend pesa sicuramente la crisi energetica derivante dal conflitto russo-ucraino e le conseguenti sanzioni che hanno influito direttamente sul prezzo del gas e sul costo finale dell’energia, una componente fondamentale dell’inflazione.

Dovremmo quindi osservare il Core Cpi, ossia il dato che riguarda l’inflazione a esclusione del cibo e dell’energia, previsto al ribasso di uno 0,1% dall’attuale 5%, in pratica una riduzione del 10% se lo andiamo a confrontare in termini relativi. Lo 0,5% di calo sul dato dell’inflazione “standard” invece rappresenta circa un 5% di diminuzione: ne consegue che l’inflazione che vediamo ora in Europa è fortemente dipendente dal costo finale del settore energetico e del cibo (e della sua distribuzione).

L’inflazione, se prendiamo come riferimento il dato proveniente dagli Uk, potrebbe rimanere alta, un ottimo motivo per confermare la tesi di un ulteriore aumento dei tassi almeno fino al 3% in Europa.

Analisi tecnica di EurUsd

EurUsd Timeframe Settimanale EurUsd Timeframe Settimanale Zone rosse come supporto/resistenza

Analizziamo un grafico settimanale di EurUsd, ossia ogni candela è una settimana di negoziazione. Nel grafico sono evidenti delle zone rosse, ossia delle zone di prezzo che hanno svolto la funzione di supporto nel trend negativo, che abbiamo visto fino a qualche settimana, e che ora hanno la funzione di resistenza sul movimento rialzista in atto.

La dinamica di base è rialzista da ben cinque settimane, e sta affrontando ora una zona di resistenza che ha fatto target per il movimento attuale in area 1,0470. Il dato di domani potrebbe essere fondamentale nello stabilire se quella attuale potrebbe essere effettivamente una zona di resistenza.

In questo contesto dobbiamo considerare anche il grafico mensile, che sta segnando una palese zona di resistenza. Pertanto, sarà cruciale vedere come si muoverà EurUsd su questi livelli. Il mercato potrebbe di nuovo far tornare EurUsd verso i livelli di 1,02 nel corso delle prossime settimane, movimenti che potrebbero servire ad EurUsd per accumulare posizioni rialziste di lungo periodo e creare quella che dovrebbe essere la conferma di un rimbalzo nel corso dei prossimi mesi.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.