Elezioni Trapani 2018, risultati ufficiali: vince Tranchida, sale l’affluenza

I risultati ufficiali del replay delle elezioni amministrative a Trapani dopo il nulla di fatto dello scorso anno: netta la vittoria di Giacomo Tranchida.

Elezioni Trapani 2018, risultati ufficiali: vince Tranchida, sale l'affluenza

Dopo il giro a vuoto dello scorso anno Trapani ha un nuovo sindaco: si tratta di Giacomo Tranchida che ha ottenuto un autentico plebiscito, arrivando circa al 70% dei voti.

Con lo spoglio terminato, così come negli altri comuni siciliani interessati da queste elezioni amministrative, è di proporzioni bulgare la vittoria di Tranchida che si appresta così a diventare il nuovo primo cittadino di Trapani.

I risultati delle elezioni a Trapani

Si sono chiuse alle 23:00 le urne a Trapani con l’affluenza che è stata del 59,16%. Questi sono i risultati ufficiali dopo lo spoglio di 69 sezioni su 70.

  • Giacomo Tranchida - 70,70%
  • Peppe Bologna - 2,00%
  • Vito Galluffo - 13,40%
  • Giuseppe Mazzonello - 11,80%
  • Bartolo Giglio - 2,10%

    Oltre a Trapani, nel 2018 si è votato in altri 761 comuni per il rinnovo delle amministrazioni locali. In Sicilia sono stati 137, tra cui gli altri capoluogo Catania, Ragusa e Siracusa.

La legge elettorale

Per quanto riguarda la legge elettorale, questa in Sicilia è cambiata negli ultimi anni. Per essere eletto sindaco al primo turno, un candidato non dovrà raggiungere la maggioranza assoluta dei voti ma gli basterà il 40%.

Essendo Trapani un Comune con più di 15.000 abitanti, se nessun candidato dovesse ottenere al primo turno il 40% allora si procederà a un ballottaggio tra i due aspiranti primo cittadino più votati. Nel caso si dovesse verificare una perfetta parità, sarà eletto sindaco il candidato più anziano.

Per garantire la formazione di una maggioranza solida e quindi una sostanziale governabilità, alle liste collegate al candidato sindaco risultato vincitore verrà attribuito il 60% dei seggi. I restanti posti nel Consiglio verranno poi assegnati alle altre liste in maniera proporzionale.


Alla divisione dei seggi, si andranno a eleggere a Trapani in totale 36 consiglieri escluso il sindaco, saranno ammesse le liste e i gruppi di liste di candidati che avranno superato la soglia di sbarramento del 3% dei voti validi. Ricordiamo che a differenza delle ultime elezioni politiche, alle amministrative è possibile esprimersi con un voto disgiunto.

I candidati

Sono cinque i candidati che si sono presentati alle elezioni comunali di Trapani. Vediamo allora nel dettaglio chi sono e da quali partiti o liste sono stati appoggiati domenica 10 giugno.

  • Giacomo Tranchida - Partito Democratico, Tranchida il sindaco per Trapani, Cambia-Menti per Trapani e Amo Trapani
  • Peppe Bologna - Lista Scirocco
  • Vito Galluffo - Forza Italia, Popolari e Autonomisti, Diventerà Bellissima, Partito Socialista Italiano, Trapani Riparte e Progresso e Futuro
  • Giuseppe Mazzonello - Movimento 5 Stelle
  • Bartolo Giglio - Lega

C’è voglia di ripartire a Trapani dopo quello che è accaduto nel 2017. La decisione di Girolamo Fazio di non presentare la lista degli assessori e quindi di auto escludersi al ballottaggio, rese in pratica lo scorso anno vano il voto del secondo turno visto che si presentarono alle urne solo il 26,46% degli aventi diritto.

Elezioni nulle e commissariamento inevitabile. Quello che un dodici mesi fa fa era il candidato del Centrosinistra e che in teoria avrebbe vinto al ballottaggio era Piero Savona, che a lungo era stato in lizza per candidarsi anche in questo 2018.

Alla fine però il Partito Democratico, che comunque non farà una lista con il proprio simbolo, ha appoggiato la corsa di Giacomo Tranchida che potrà contare sul sostegno di almeno cinque liste. Un ex PD in corsa è Peppe Bologna che si presenterà come civico con la Lista Scirocco.

L’avvocato Vito Galluffo oltre al sostegno Trapani Riparte e Progresso e Futuro è riuscito a far confluire verso la sua candidatura gran parte del Centrodestra. Non ci sarà però la Lega, che ha puntato su Bartolo Giglio.

Dopo alcune settimane di stallo alla fine è arrivata la conferma: Giuseppe Mazzonello sarà il candidato sindaco di un Movimento 5 Stelle che, in pratica, potrebbe essere l’unico partito a correre con il proprio simbolo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Elezioni amministrative 2018

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.