Elezioni Imperia 2018, risultati ufficiali del ballottaggio: Claudio Scajola nuovo sindaco

I risultati ufficiali delle elezioni comunali a Imperia: al ballottaggio vittoria per l’ex ministro Claudio Scajola. Affluenza definitiva del 48,31%.

Elezioni Imperia 2018, risultati ufficiali del ballottaggio: Claudio Scajola nuovo sindaco

Si sono chiuse le urne delle elezioni amministrative a Imperia. Archiviato il voto delle politiche, tutta la scena nella città ligure è stata rivolta per capire chi sarebbe stato il prossimo primo cittadino.

Al ballottaggio in data domenica 24 giugno, vittoria per Claudio Scajola che ha sconfitto l’altro candidato del centrodestra Luca Lanteri in un testa a testa che è stato molto tirato fino alla fine.

Il ballottaggio ad Imperia

Si è svolto in maniera regolare il voto a Imperia per il ballottaggio tra Claudio Scajola e Luca Lanteri. Chi prenderà anche un solo voto in più dell’avversario diventerà il nuovo sindaco, mentre in caso di parità verrà eletto il candidato più anziano.

Affluenza definitiva del 48,31%. Risultati ufficiali dopo lo spoglio di 44 sezioni su 44.

  • Claudio Scajola (cdx) - 52,05%
  • Luca Lanteri (cdx) - 47,95%

Scaduti i termini per ufficializzare le possibili alleanze, non è stato ufficializzato nessun apparentamento tra i candidati in lizza al ballottaggio e quelli rimasti esclusi dopo il primo turno.

In questa sfida tutta interna al centrodestra, alla fine ad avere la meglio è stato l’ex ministro Claudio Scajola, che con circa settecento voti in più ha avuto la meglio su Luca Lanteri.

I risultati del primo turno

Si sono chiuse alle 23:00 le urne a Imperia con l’affluenza definitiva che è stata del 62,78%. Questi sono i risultati definitivi dopo lo spoglio di 44 sezioni su 44.

  1. Guido Abbo - 23,71%
  2. Claudio Scajola - 35,28%
  3. Maria Nella Ponte - 6,07%
  4. Luca Lanteri - 28,67%
  5. Alessandro Casano - 2,05%
  6. Maria Sepe - 2,08%
  7. Lucio Sardi - 1,98%
  8. Carlo Carpi - 0,13%

    Oltre a Imperia, nel 2018 si è votato in altri 761 comuni per il rinnovo delle amministrazioni locali. In Liguria nel dettaglio si sono aperte le urne anche in certi come Sarzana e Sestri Levante.

La legge elettorale

Fatta eccezione per le regioni a statuto speciale dove possono esserci dei cambiamenti in base all’autonomia, la legge elettorale delle elezioni amministrative in Italia è di tipo stampo maggioritario.

Essendo Imperia un Comune con più di 15.000 abitanti, se nessun candidato al primo turno dovesse ottenere la maggioranza assoluta, allora si terrà a un ballottaggio tra i due più votati. Nel caso si dovesse verificare una perfetta parità nel testa a testa, sarà eletto sindaco il candidato più anziano.

Per garantire la formazione di una maggioranza solida e di conseguenza una sostanziale governabilità, alle liste collegate al candidato sindaco risultato vincitore verrà attribuito il 60% dei seggi. I restanti posti nel Consiglio verranno poi assegnati alle altre liste in maniera proporzionale.

Alla divisione dei seggi, si andranno a eleggere a Imperia nel totale 32 consiglieri oltre al sindaco, saranno ammesse tutte le liste e i gruppi di liste di candidati che avranno superato la soglia di sbarramento del 3% dei voti validi.

I candidati

Sono stati otto i candidati che si sono sfidati domenica 10 giugno in queste elezioni amministrative a Imperia. Vediamo allora chi sono e da quali partiti e liste sono stati sostenuti al voto.

  1. Guido Abbo - Partito Democratico, Imperia a Tutti Imperia per Tutti, Imperia Cambia e Laboratorio per Imperia
  2. Claudio Scajola - Il Popolo della Famiglia, Obiettivo Imperia, Area Aperta e Imperia Insieme
  3. Maria Nella Ponte - Movimento 5 Stelle
  4. Luca Lanteri - Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Vince Imperia e Progetto Imperia
  5. Alessandro Casano - Alternativa Indipendente
  6. Maria Sepe - Potere al Popolo
  7. Lucio Sardi - Sinistra in Comune per Imperia
  8. Carlo Carpi - Carlo Carpi per Imperia

Carlo Capacci nel 2013 è stato colui che è riuscito a ottenere per il Centrosinistra una storica vittoria a Imperia ma alla fine ha scelto di non correre il prossimo 10 giugno per un secondo mandato.

Il Partito Democratico quindi, preso atto della scelta del primo cittadino, ha deciso di puntare sull’attuale vice sindaco Guido Abbo che sarà sostenuto anche da tre liste civiche.

Ha già scelto il Movimento 5 Stelle: il meetup cittadino ha ufficializzato l’investitura di Maria Nella Ponte, che in pratica alla fine è rimasta l’unica aspirante sindaco in corsa visto l’abbandono degli altri annunciati candidati.

Nel Centrodestra il ritorno di Claudio Scajola ha rimescolato tutte le carte. Già sindaco di Imperia in due occasioni, l’ex ministro proverà a tornare in sella con il sostegno del Popolo della Famiglia e dalle liste Obiettivo Imperia, Area Aperta e Imperia Insieme.

La mossa di Scajola ha messo in subbuglio tutti gli altri partiti dell’area. Dopo una serie di rinunce la coalizione di Centrodestra, formata da Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Noi con l’Italia, alla fine ha scelto di puntare su Luca Lanteri che sarà appoggiato anche dalla lista civica Progetto Imperia.

Una scelta questa della coalizione di puntare su Lanteri che ha scontentato il consigliere Alessandro Casano che, dopo aver detto addio a Fratelli d’Italia, ha annunciato la sua candidatura indipendente con la lista Alternativa Indipendente.

Anche Potere al Popolo dopo l’esordio alle elezioni politiche del 4 marzo sarà della partita con la candidata Maria Sepe, mentre Liberi e Uguali assieme a Sinistra Italiana hanno scelto di puntare su Lucio Sardi.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Elezioni amministrative 2018

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.