Elezioni: Cappato perde il ricorso, il 25 settembre si vota

Alessandro Cipolla

20/09/2022

20/09/2022 - 14:31

condividi

Il Tribunale civile di Milano ha respinto il ricorso della lista di Marco Cappato sul caso delle firme digitali: le elezioni si terranno regolarmente domenica 25 settembre.

Elezioni: Cappato perde il ricorso, il 25 settembre si vota

Adesso non ci sono più dubbi: le elezioni politiche si svolgeranno come da calendario domenica 25 settembre, con Il Tribunale civile di Milano che ha respinto il ricorso della lista di Marco Cappato sul caso delle firme digitali.

Dopo che la sua lista Referendum e Democrazia con Cappato è stata esclusa dalle elezioni politiche 2022, l’attivista e tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni in data 2 settembre ha presentato un ricorso d’urgenza chiedendo la riammissione e il riconoscimento della validità della firma digitale.

Per i legali della lista si è trattato di una questione di “legittimità costituzionale per la palese irragionevolezza del presunto divieto di presentazione in forma elettronica di liste in occasione delle elezioni”.

A seguito del ricorso, il governo lo scorso 16 settembre si è costituito contro l’ammissione della lista Cappato in quanto “il provvedimento cautelare auspicato dai ricorrenti imporrebbe di differire lo svolgimento delle elezioni”.

Adesso però la parola fine in merito a questa vicenda è stata emessa dal giudice civile di Milano Andrea Borrelli, che ha respinto il ricorso d’urgenza presentato dai legali della lista Referendum e Democrazia con Cappato.

Elezioni politiche: niente da fare per il ricorso di Cappato

Nonostante la conferma dell’esclusione dalle prossime elezioni decisa dal giudice di Milano chiamato a decidere sulla validità delle firme digitali, Marco Cappato sembrerebbe essere pronto a continuare la sua battaglia.

Una decisione insensata - è stato il commento di Cappato alla decisione del giudice - Perché ci imputa di non avere provato l’esistenza delle firme, attribuendo a noi un dovere, la verifica delle firme, che è notoriamente in capo alla Corte d’Appello e non certo ai presentatori. Anche per questo presenteremo immediato reclamo”.

Non sembrerebbero esserci più dubbi però sul fatto che le elezioni politiche si terranno regolarmente domenica 25 settembre, anche se i legali della lista Referendum e Democrazia con Cappato potrebbero presentare nelle prossime ore reclamo.

Se il ricorso di Cappato fosse stato accolto, come sostenuto dal governo nel costituirsi contro l’ammissione della lista, le elezioni politiche inevitabilmente sarebbero slittate a novembre, il tutto per permettere ai candidati riammessi di fare campagna elettorale e per ristampare tutte le schede elettorali.

Iscriviti a Money.it