Dax40, l’indice tedesco alla prova del trend rialzista

David Pascucci

9 Giugno 2022 - 12:47

condividi

Il più forte indice europeo è alla prova del trend rialzista e cerca di mantenere la forza contro i ribassi di lungo periodo.

Dax40, l'indice tedesco alla prova del trend rialzista

Il Dax è uno dei più forti indici europei, sicuramente uno dei più scambiati e di conseguenza uno degli indici più importanti a livello globale. La struttura di lungo periodo è ribassista ma, stando a quanto sta succedendo nel breve periodo, sembra voler recuperare parte del terreno perduto andando alla ricerca di massimi che, probabilmente, potrebbero essere venduti in futuro.

L’indice più importante in un mercato “conveniente”

La fase di mercato che stiamo affrontando è complessa. Dopo anni di politiche a tassi bassi con un’inflazione quasi del tutto assente, ci troviamo ora ad affrontare un mercato che di colpo ha ribaltato completamente fronte: tassi di interesse in ripresa e inflazione galoppante. In Europa, a differenza di Inghilterra e Usa, abbiamo avuto dei tassi finora allo 0%, il che rende conveniente l’acquisto di strumenti quotati in euro.

La convenienza sta nel fatto che le aspettative circa un futuro aumento dei tassi sono alte, quindi è molto probabile vedere un aumento del “costo” dell’euro, pertanto gli strumenti quotati in questa valuta sono più convenienti di quelli con valuta a tasso alto. Questa lettura presuppone però che la convenienza attuale sia tale perché in futuro potrebbe essere utile liquidare a un tasso più alto, quindi siamo in linea con quanto detto nelle analisi precedenti come quella del Ftse Mib.

Dax40, un confronto con il Ftse Mib

Notoriamente il Dax è stato sempre più forte del Ftse Mib, soprattutto per quanto riguarda i trend rialzisti di lungo periodo. Vista questa premessa a dir poco fondamentale, è utile analizzare come il mercato si è comportato nella fase ribassista che abbiamo visto da fine 2021 a oggi. Gli ultimi minimi del Dax in area 12450, coincidono con i livelli di fine 2020. Gli ultimi minimi del Ftse Mib in area 21200 coincidono con i livelli di febbraio 2021. Le performance dai minimi del Covid del 2020 fino ai massimi assoluti sono del +104% per il Dax e del +98% per il Ftse Mib.

Queste condizioni confermano ancora la maggior forza relativa del Dax rispetto al Ftse Mib. Per quanto riguarda le performance negative, ossia da massimo di fine 2021 fino ai minimi visti di recente, si conferma la forza maggiore del Dax con un ribasso del 23%, mentre il Ftse Mib registra una perdita del 26%. A livello di analisi, il Dax ci dice se il mercato potrebbe risalire nel suo complesso, mentre il Ftse Mib ci può fare da “spia” per eventuali spinte ribassiste.

Cosa aspettarsi dal Dax? Sintesi e Analisi Tecnica

Dax Settimanale Dax Settimanale Grafico del Dax40 a timeframe settimanale

Il grafico mostra l’andamento del Dax su base settimanale, ossia ogni candela è una settimana di negoziazione. Possiamo notare immediatamente le aree identificate con i rettangoli: l’area rossa è quella dei massimi venduti e dai quali è partito il movimento ribassista da fine 2021 a oggi, mentre l’area verde è quella dove è iniziato il recupero dagli ultimi minimi. Intorno ai 13200 punti, il mercato ha dato una spinta rialzista che potrebbe puntare di nuovo verso i massimi già visti di recente in area 14800-14900.

A livello tecnico il mercato per il momento è rialzista e di regola potrebbe puntare al superamento di quota 15000 con un possibile target in area 15100. Questi potrebbero essere i primi obiettivi di movimento per l’estate ma dobbiamo considerare che il movimento, in quanto rialzista, potrebbe non essere pulito e i ribassi su base giornaliera potrebbero essere frequenti, come nei più classici trend rialzisti di lungo periodo. Attenzione: il trend principale su base annuale rimane ribassista, quindi il movimento ipotizzato è paragonabile a un rimbalzo di un movimento ribassista di lungo periodo.

Argomenti

# DAX

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.