Cosa dire a un colloquio di lavoro

Alessandro Nuzzo

10/09/2022

10/09/2022 - 10:01

condividi

Un colloquio di lavoro è un momento importante che va affrontato e gestito al meglio per avere più chance di assunzione. Vediamo come comportarsi.

Cosa dire a un colloquio di lavoro

Un colloquio di lavoro è una circostanza che tutti affronteremo almeno una volta nella nostra vita. Si tratta di un momento molto importante che deciderà le sorti del nostro futuro. Anche se i colloqui non sono mai tutti uguali e si differenziano gli uni dagli altri, ci sono delle cose da poter dire per accrescere le probabilità di successo.

Frasi, atteggiamenti da adottare in sede di colloquio di lavoro per lasciare una buona impressione. Vediamo cosa dire a un colloquio di lavoro.

Cosa dire all’inizio del colloquio di lavoro

Un colloquio di lavoro è una conversazione che può essere anche abbastanza lunga e può durare in media tra i 30 e i 60 minuti. Siccome si tratta di una chiacchierata lunga, è molto importante apparire perfetti sin dall’inizio del colloquio.

Una buona impressione viene lasciata da chi si presenta in orario, con un look curato, una copia del proprio Cv in mano e un bel sorriso stampato sulle labbra.

Importante all’inizio scambiare qualche battuta con il selezionatore così da allentare un po’ la tensione del momento. Dopo la presentazione si potrebbe esprimere gratitudine per aver preso in considerazione la propria figura e confermare il proprio interesse per la posizione.

Un bel stratagemma potrebbe essere quello di studiarsi un po’ l’azienda prima di presentarsi al colloquio, conoscere la loro storia, il loro operato. Un’affermazione del tipo «conosco bene la sua azienda e i suoi prodotti e/o servizi» sarà sicuramente apprezzata dal selezionatore che sarà ben felice di parlare con una persona informata e che apprezza l’operato aziendale.

Cosa dire durante il colloquio di lavoro

Le fasi iniziali e finali sono sicuramente importanti ma è l’intervista vera e propria che deciderà le sorti di un colloquio di lavoro. È durante questa fase che vi verranno fatte numerose domande di diverso genere. Alcune verteranno sulla personalità, le competenze, probabili domande anche sul tipo di formazione acquisita e quali siano le esperienze lavorative passate.

Fondamentale in questa fase essere il più naturali e sinceri possibile provando ad esaltare i propri punti di forza. Tutti i candidati dovrebbero sfruttare l’occasione di far capire perché con le proprie skills rappresentano un aiuto per la crescita dell’azienda.

Bisogna cercare di far capire le proprie qualità senza apparire però troppo presuntuosi. Ottima strategia sarebbe utilizzare le stesse parole chiave che l’azienda ha usato nell’annuncio.

Cosa dire alla fine di un colloquio di lavoro

L’intervista è quasi terminata e il momento dei saluti e del fatidico «le faremo sapere» si avvicina. Quindi cosa dire al selezionatore alla fine del colloquio? Di solito gli ultimi minuti sono dedicati alle domande del candidato. Il selezionatore sicuramente chiederà se ci sono domande da porre. Per far capire il nostro interesse sarebbe importante formulare qualche quesito, esprimere qualche dubbio su qualche cosa che non vi è chiara.

Si potrebbe ad esempio chiedere quali sono le figure con cui ti interfaccerai, maggiori informazioni sulla tua mansione. Dopo aver concluso il colloquio è arrivato il momento dei saluti. Importante qui ringraziare il selezionatore per il tempo dedicatoci e far capire di essere a disposizione per eventuali nuovi colloqui.

Iscriviti a Money.it