Certificazione unica autonomi 2017: scadenza con il modello 770

Scadenza il prossimo 31 ottobre 2017 per la certificazione unica degli autonomi non interessati dal 730 precompilato. Stessa scadenza del modello 770.

Certificazione unica autonomi 2017: scadenza con il modello 770

La certificazione unica dei lavoratori autonomi può essere inviata entro lo stesso termine di scadenza del modello 770. Si tratta di un “termine di tolleranza” previsto dall’Agenzia delle Entrate, nonostante la normativa faccia riferimento al termine del 7 marzo di ogni anno sia per le certificazioni uniche degli autonomi che per quelle dei lavoratori dipendenti.

A chiarirlo è stata l’Agenzia delle Entrate durante Telefisco 2017 e di seguito con la pubblicazione di un comunicato stampa ufficiale. La scadenza per l’invio della certificazione unica 2017 per i lavoratori autonomi è fissata dunque al 31 ottobre 2017.

L’invio telematico potrà essere effettuato entro il 31 ottobre 2017 senza l’aggravio di sanzioni. La scadenza originaria era lo scorso 31 luglio. Ma attenzione a parlare di proroga: tecnicamente non è una proroga.

Anzi, se vogliamo si tratta di un’anomalia: la legge, infatti, prevede che la scadenza per questo adempimento sia per tutti il 7 marzo. Tuttavia, solo per le Cu 2017 autonomi, ovvero per quelle certificazioni uniche non connesse al modello 730 precompilato, l’Agenzia delle Entrate ha introdotto una sorta di termine esteso.

Di conseguenza, la Certificazione Unica Cu autonomi 2017 può anche non essere inviata entro il termine ordinario del 7 marzo 2017; questa data è perentoria solo per i lavoratori dipendenti, ovvero relativamente ai dati necessari alla compilazione delle dichiarazioni dei redditi precompilate.

La Certificazione Unica 2017 dovrà risultare inviata entro la scadenza del 7 marzo 2017 esclusivamente per i dati necessari alla predisposizione delle precompilate 2017. Negli altri casi è ufficiale la proroga della scadenza Certificazione Unica 2017, ovvero per redditi da lavoro autonomo non occasionale e redditi esenti.

In realtà la doppia scadenza per l’invio della Certificazione Unica non è una cosa nuova e già lo scorso anno era stato disposta la nuova data per l’invio telematico. Proprio per questo erano in tanti ad attendere - ormai come ogni anno - i chiarimenti e le novità in merito al termine ultimo per l’invio della Certificazione Unica 2017 autonomi.

L’attesa è in questo caso stata ripagata e, viste le novità, ecco alcune informazioni necessarie sull’invio delle Certificazione Unica 2017 autonomi, scadenza e novità.

Certificazione Unica Cu 2017 autonomi: ecco il comunicato ufficiale dell’Agenzia delle Entrate

Dopo i chiarimenti ufficiosi di Telefisco 2017, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta con un comunicato ufficiale per ribadire che le certificazioni uniche degli autonomi potranno essere inviate anche oltre il termine del 7 marzo purché l’invio avvenga entro il termine di scadenza del modello 770 (31 ottobre 2017 alla luce della proroga intervenuta rispetto alla scadenza originaria dello scorso 31 luglio).

Ecco il comunicato ufficiale in cui l’Agenzia delle Entrate evidenzia il termine di scadenza per la certificazione unica cu 2017 autonomi:

Comunicato ufficiale Agenzia delle Entrate: scadenza certificazione unica autonomi e modello 770
Clicca sull’icona per visualizzare il comunicato stampa ufficiale dell’Agenzia delle Entrate con cui viene «concessa» una sorta di dilazione del termine di scadenza della certificazione unica degli autonomi non interessati dal modello 730 precompilato, parificandola a quella del 770

Riportiamo il testo del comunicato:

La trasmissione delle certificazioni uniche che non contengono dati da utilizzare per la dichiarazione precompilata (come ad esempio redditi esenti o non dichiarabili con il mod. 730) può avvenire anche oltre il 7 marzo senza l’applicazione di sanzioni, purché entro il termine di presentazione dei quadri riepilogativi (ST, SV, SX, SY) del modello 770.

Si tratta di un chiarimento fornito in passato dall’Agenzia con le circolari n. 6/E del 2015 e 12/E del 2016, valido anche quest’anno - per la prossima scadenza per l’invio della CU – in continuità con quanto in precedenza precisato e tenuto conto delle esigenze di semplificazione degli adempimenti degli operatori connessi alla trasmissione di tale documento

Scadenza certificazione Unica 2017 autonomi. Ecco le novità

Per i lavoratori autonomi è ufficiale la “proroga” (dove ribadiamo che il termine di proroga è utilizzato nel gergo comune ma è improprio) per l’invio telematico della Cu - Certificazione Unica 2017.

La scadenza, esclusivamente per i lavoratori autonomi titolari di redditi da lavoro autonomo non occasionale o redditi esenti, è fissata al prossimo 31 ottobre 2017, ovvero il termine ultimo per la presentazione del modello 770/2017.

A confermare il doppio invio della Certificazione Unica 2017 è stata l’ex direttrice dell’Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi che, durante Telefisco 2017, ha confermato quello che in realtà molti professionisti già si aspettavano.

C’è dunque una doppia scadenza per l’invio della Certificazione Unica 2017. Riepilogando:

  • Certificazione Unica 2017 - scadenza 7 marzo, lavoratori dipendenti e interessati alla compilazione della dichiarazione dei redditi precompilata;
  • Certificazione Unica 2017 - scadenza 31 ottobre, lavoratori autonomi e non interessati alla compilazione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Certificazione Unica 2017 autonomi, scadenza 31 ottobre 2017 con modello 770

Per i lavoratori autonomi è quindi ufficiale l’invio telematico della Certificazione Unica 2017 oltre la scadenza ordinaria prevista dall’art. 4, comma 6-ter, D.P.R. n. 322/1998, ovvero dopo il 7 marzo di ogni anno ma entro la scadenza per l’invio del modello 770/2017.

Per tutti i lavoratori titolari di reddito da lavoro autonomo non occasionale o redditi esenti sarà possibile presentare la Certificazione Unica 2017 entro la scadenza prevista per l’invio del modello 770/2017, ovvero entro il termine ultimo del 31 luglio 2017, salvo possibile proroga che come annunciato potrebbe far slittare la scadenza per l’invio dei due adempimenti alla fine del mese di settembre.

Come specificato dall’ex direttrice dell’Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi non saranno applicate sanzioni nei confronti dei lavoratori autonomi o nei confronti di coloro che non sono interessati alla compilazione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Certificazione Unica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.