Brand più preziosi in tempo di pandemia: la classifica, dove sono gli italiani?

I brand con maggiore valore al mondo svelati in una classifica: quali sono i marchi più preziosi in tempo di pandemia? Tutti i nomi, compresi gli italiani in lista

Brand più preziosi in tempo di pandemia: la classifica, dove sono gli italiani?

I brand più preziosi al mondo sono stati svelati nella classifica Best Global Brands 2020 di Interbrand.

Un elenco interessante in tempo di pandemia, nel quale il focus di investitori e analisti economici è stato più su scenari di crisi e perdite, piuttosto che di crescita e di aumento di valore per le grandi società.

Eppure, lo scoppio dell’epidemia ha evidenziato un’importante rimodulazione di ricchezza, guadagni, valorizzazione dei brand. Nella classifica, il podio è stato conquistato da tre colossi, senza troppe sorprese, ricalcando in parte quanto osservato anche da Forbes mesi fa.

La parola d’ordine, però, in tempi così incerti, è stata innovazione. Anche per i marchi italiani tra i primi 100 brand con più valore al mondo.

Brand con più valore ai tempi COVID: podio hi-tech

Non poteva che essere hi-tech e legato alla comunicazione internet il podio dei brand più preziosi 2020 in tempo di pandemia.

Quando il mondo si è fermato, solo la rete ha continuato a generare contatti e a fare affari. Nella classifica Interbrand, quindi, le prime tre grandi aziende per valore legato al marchio sono:

  1. Apple (322,999 miliardi di dollari)
  2. Amazon (200,667 miliardi di dollari)
  3. Microsoft (166,001 miliardi di dollari)

Nella top ten, partendo dal quarto posto, si classificano anche Google, Samsung, Coca-Cola, Toyota, Mercedes-Benz, MacDonald’s, Disney. Dieci marchi dalle performance incredibili, visto che rappresentano il 50% del valore di tutti i 100 brand in classifica.

Da sottolineare, che la lista è frutto di una valutazione complementare di diversi fattori: la resa finanziaria dei prodotti o servizi, la forza competitiva del marchio e il suo potere nel processo di acquisto, la capacità di generare fidelizzazione e di mantenere la domanda in periodi lunghi.

Un mix perfetto che gli esperti Interbrand trasformano in miliardi di valore per la singola azienda.

Lo studio, nello specifico, si è concentrato sui mesi luglio 2019-giugno 2020, con gli analisti che hanno sviluppato le loro valutazioni tra giugno e settembre di questo anno.

Ottime le performance di Spotify, con un balzo del 52% nel valore di brand; di Netflix, Tesla e di società che hanno debuttato nella classifica: Instagram, Zoom, Youtube.

Segnali di una crescita di valore strategica di tutto ciò che ruota intorno a servizi sempre più innovativi e tecnologici grazie alla rete. Il solo podio, per esempio, da solo vale il 30% dei 100 marchi (l’anno scorso aveva un peso del 16%).

Marchi italiani: brilla la moda

Tra i 100 marchi più preziosi al mondo spicca la moda Made in Italy. I brand che hanno conquistato la prestigiosa classifica sono:

  • Gucci (15,675 miliardi di dollari, 32° posto)
  • Ferrari (6,379 miliardi di dollari, 79° posto)
  • Prada (4,495 miliardi di dollari, 99° posto)

Tre aziende leader nella diffusione dell’italianità nel mondo. Come ha spiegato Manfredi Ricca, global chief strategy officer di Interbrand:

“Non è solo la tecnologia a essere per definizione innovativa. I marchi che, nonostante la pandemia, hanno mantenuto le loro posizioni, come i tre italiani, lo hanno fatto perché hanno abbracciato l’innovazione, nella moda e nell’automotive”

Non a caso Prada e Gucci hanno siglato il Fashion Pact sulla sostenibilità e Prada sta lavorando al progetto Re-Nylon, per utilizzare materiali riciclati entro il 2030.

Ferrari, invece, ha presentato il modello di auto SF90, soluzione ibrida nel settore automotive di lusso.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories