Bonus assunzione: come fare domanda per i fondi dell’editoria

Rosaria Imparato

15 Dicembre 2022 - 17:51

Tutto pronto per fare domanda per i fondi dell’editoria. Tra questi, per chi assume o stabilizza giornalisti under 35 ci sono contributi economici che arrivano fino a 12mila euro per l’azienda.

Bonus assunzione: come fare domanda per i fondi dell’editoria

Bonus assunzione per giornalisti e fondi per l’editoria: come si fa domanda? Tutti i dettagli si trovano nel decreto del 14 dicembre, anticipato dal comunicato stampa del dipartimento per l’informazione e l’editoria.

In particolare, il decreto disciplina due misure: il sostegno alle edicole e le assunzioni di professionisti e giornalisti a tempo indeterminato. Per quest’ultima misura sono stati stanziati 9 milioni per la trasformazione dei contratti a tempo indeterminato e di collaborazione, e altri 3 milioni per le assunzioni (quindi, 12 milioni di euro in totale).

Il decreto stanzia in totale 90 milioni di euro, ripartiti tra i vari provvedimenti. Non solo assunzione e stabilizzazione dei giornalisti, quindi, ma anche fondi per le edicole e per le imprese di giornali e periodici, e anche contributi a fondo perduto per investimenti in tecnologie innovative.

Bonus assunzione giornalisti e professionisti: quali aziende possono fare domanda

Il bonus assunzione riguarda i giornalisti under 35 in possesso di qualifica professionale, opportunamente attestata, acquisita nel campo:

  • della digitalizzazione editoriale;
  • dell’informazione e documenti informatici;
  • della comunicazione e della sicurezza informatica;
  • del servizio on-line e trasformazione digitale, anche nel settore dei media.

Il contributo forfettario riconosciuto alle aziende è di 8mila euro per ogni assunzione con contratto di lavoro a tempo indeterminato, perfezionatosi nel corso dell’anno 2022, e di 12mila euro per la stabilizzazione dei giovani giornalisti.

Il decreto del 14 dicembre stabilisce i requisiti delle imprese che possono fare domanda per il contributo. In particolare, ci deve essere l’indicazione, nel Registro delle imprese, del codice Ateco con le specificazioni che seguono:

  • per le imprese editoriali di quotidiani: 58.13 (edizione di quotidiani)
  • per le imprese editoriali di periodici: 58.14 (edizione di riviste e periodici);
  • per le agenzie di stampa: 63.91 (attività delle agenzie di stampa);
  • per le emittenti radiofoniche locali: 60.10 (trasmissioni radiofoniche);
  • per le emittenti televisive locali: 60.20 (attività di programmazione e trasmissioni televisive).

Inoltre, le aziende devono essere iscritte al Registro degli Operatori della Comunicazione (ROC), istituito presso l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Come fare domanda per ottenere i bonus assunzione fino a 12mila euro

La domanda per ottenere il bonus assunzione va inviata in via telematica al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri, attraverso la procedura disponibile nell’area riservata del portale www.impresainungiorno.gov.it.

C’è un mese per inviare l’istanza: il lasso di tempo va dal 28 marzo 2023 al 28 aprile 2023.

La domanda deve includere la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, redatta e sottoscritta attraverso la procedura telematica, attestante:

  • il possesso dei requisiti;
  • gli estremi dei contratti di assunzione perfezionati nel periodo 1° gennaio – 31 dicembre 2022, con l’indicazione del nominativo del soggetto assunto, della data di assunzione e della qualifica professionale;
  • le informazioni relative agli aiuti de minimis ricevuti nei due esercizi finanziari precedenti e nell’esercizio finanziario in corso;
  • gli estremi del conto corrente intestato all’impresa istante.

I dati dichiarati relativi alle assunzioni sono verificati dal Dipartimento per l’informazione e l’editoria tramite flussi informativi con l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale – Direzione generale. La documentazione attestante le qualifiche professionali dei giornalisti e professionisti assunti dovrà essere resa disponibile dall’impresa su richiesta dell’amministrazione in sede di controllo.

Il contributo verrà erogato con accredito sul conto corrente intestato all’impresa che fa domanda. Tutti i dettagli nel decreto allegato di seguito.

Decreto del Dipartimento per l’informazione e l’editoria - 14 dicembre 2022
DECRETO RECANTE LE DISPOSIZIONI APPLICATIVE PER LA FRUIZIONE DEI CONTRIBUTI DI CUI AGLI ARTICOLI 2 E 4 DEL D.P.C.M. 28 SETTEMBRE 2022 AI SENSI DELL’ARTICOLO 1, COMMI 375- 377, DELLA LEGGE 30 DICEMBRE 2021, N. 234 (FONDO STRAORDINARIO PER GLI INTERVENTI DI SOSTEGNO ALL’EDITORIA).

Da non perdere su Money.it

Iscriviti a Money.it