Ballottaggi elezioni amministrative: ecco dove il PD può vincere

Domenica 24 giugno si terranno i ballottaggi delle elezioni amministrative: ecco i comuni capoluogo dove il Partito Democratico può vincere.

Ballottaggi elezioni amministrative: ecco dove il PD può vincere

Archiviato il primo turno delle elezioni amministrative domenica 24 sarà il momento dei ballottaggi. Dalle ore 07:00 alle 23:00 si apriranno quindi le urne in quattordici comuni capoluogo.

Dopo i buoni risultati ottenuti due settimane fa, quando al primo turno sono stati eletti propri sindaci a Brescia e Trapani, il Partito Democratico punta a confermarsi anche ai ballottaggi per iniziare una sorta di ripartenza dopo il pessimo risultato alle politiche del 4 marzo.

I ballottaggi per il Partito Democratico

Su quattordici comuni capoluogo impegnati in questi ballottaggi, il Partito Democratico sarà direttamente impegnato in dieci testa a testa. Vediamo allora nel dettaglio quali sono i vari scenari in ogni città.

Ancona

La sindaca uscente del PD Valeria Mancinelli non è riuscita per poco a imporsi al primo turno (48%). Al ballottaggio quindi se la vedrà contro Daniele Tombolini (28,37%) del centrodestra: il sentore è che se la Mancinelli dovesse riuscire a riportare il suo lettorato alle urne, allora la vittoria non dovrebbe sfuggire.

Avellino

Nello Pizza (42,93%) del centrosinistra ad Avellino è risultato essere il più votato al primo turno. Al ballottaggio dovrà vedersela con Vincenzo Ciampi (20,22%) del Movimento 5 Stelle. Pizza dalla sua può contare su una coalizione molto ampia e 18 consiglieri già eletti: anche in caso di vittoria quindi il candidato pentastellato non avrebbe la maggioranza nel consiglio comunale.

Brindisi

Il candidato del centrodestra Roberto Cavalera (34,71%) sarà sfidato dal dem Riccardo Rossi (23,49%). Autentico ago della bilancia a Brindisi sarà quindi il Movimento 5 Stelle che al primo turno si è fermato al 21,33%.

Massa

A Massa il Partito Democratico è di casa da sempre. Al primo turno il sindaco uscente Alessandro Volpi (33,94%) non ha però brillato. A sfidarlo sarà il candidato del centrodestra Francesco Persiani (28,18%), con la partita che sembrerebbe aperta visto il mancato appoggio da parte dell’altro principale candidato del centrosinistra Sergio Menchini (13,14%).

Pisa

Pisa è un’altra storica roccaforte rossa. Superato al primo turno da Michele Conti (33,36%) del centrodestra, il candidato PD Andrea Serfogli (32,25%) per provare a vicnere ha stretto un apparentamento con Maria Chiara Zippel (1,66%) e Antonio Veronesi (6,16%).

Siena

Anche a Siena il centrosinistra ha puntato su un apparentamento: per battere Luigi De Mossi (24,23%) del centrodestra, il sindaco uscente dem Bruno Valentini (27,40%) ha stretto un accordo con l’ex primo cittadino Pierluigi Piccini (21,27%).

Siracusa

Punta alla rimonta il centrosinistra a Siracusa con Francesco Italia (19,60%) che, con l’appoggio di Fabio Granata (5,80%), cercherà di beffare al ballottaggio Ezechia Paolo reale (37,10%).

Sondrio

Dopo anni di amministrazione del centrosinistra, sarà dura per il PD a Sondrio: Nicola Giugni (36,08%) parte molto indietro rispetto a Marco Scaramellini (46,80%). Nei testa a testa però non c’è mai nulla di scontato.

Teramo

Impresa ardua anche per Gianguido D’Alberto (21,13%) contro Giandonato Morra (34,62%) del centrodestra. L’ex PD Giovanni Cavallari (10,24%) ha rifutato infatti l’apparentamento con D’Alberto esprimendo attestati di stima invece per Morra.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Partito Democratico

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.