In viaggio con l’auto connessa: 5 vantaggi a cui non si può rinunciare

Auto connessa significa anche comfort: ecco 5 comodità che solo la smart mobility può garantire, specialmente quando si viaggia.

In viaggio con l'auto connessa: 5 vantaggi a cui non si può rinunciare

Ci sono vacanze intelligenti e viaggi intelligenti, quelli che si fanno a bordo di auto connesse di ultima generazione. Non saranno tantissimi quest’anno gli automobilisti italiani che andranno in vacanza con auto smart, ma aumenteranno con il passare degli anni.

Ogni nuova auto, infatti, aggiunge dettagli per la connessione, in particolare quelle dotate di Android Auto o Apple Car Play, capaci di interagire con gli smartphone fino a diventarne il prolungamento.

Le possibilità della smart mobility sono tante, e di seguito riportiamo le cinque comodità a cui non poter rinunciare durante un viaggio e che sono possibili solo con auto connesse.

5 vantaggi del viaggiare in auto connessa

Non tutte queste caratteristiche sono comuni a tutti i veicoli: i più nuovi presentano dotazioni più complete, quelli più datati soltanto alcune o nessuna, ma tra alcuni anni la maggior parte delle auto circolanti avrà in dotazione questi sistemi.

1) Localizzazione dell’auto

La geolocalizzazione dell’auto non è utile soltanto in caso di furto, ma più comunemente aiuta a ritrovare l’auto quando non ci si ricorda dove è stata parcheggiata. In vacanza, può capitare più facilmente, occorre sempre sapere dove si trova la propria auto. Alcuni modelli datati segnalano l’indirizzo con una notifica sullo smartphone quando viene spenta l’auto, le più moderne hanno il sistema Car-Net con funzione «Security & Service», che fornisce le indicazioni per raggiungere l’auto.

2) Controllo da remoto

Il controllo da remoto consente di visualizzare in tempo reale le condizioni dell’auto: sportelli, finestrini, tettuccio e serrature, tutto si può controllare con un solo tap, grazie all’app dedicata sul proprio smartphone, o direttamente con la smart-key. Oltre a questo, si può controllare il livello di carburante nel serbatoio e la carica della batteria, per sapere come comportarsi una volta giunti in auto e non avere sorprese.

3) Trovare benzinai e parcheggi

L’auto connessa consente di viaggiare ottimizzando i tempi: il navigatore e l’infotainment permettono non solo di conoscere l’andamento del traffico in tempo reale, ma anche di sapere quanto dista la stazione di servizio con il miglior prezzo per il carburante, e quali sono i parcheggi a disposizione una volta arrivati a destinazione.

4) Stabilire la temperatura prima di partire

Questa funzione è disponibile solo su alcuni veicoli, tra cui la e-Golf: dall’app per smartphone si può controllare anche l’impianto di aria condizionata, per trovare l’auto già fresca, un requisito fondamentale soprattutto se si parcheggia sotto al sole. Nel caso di auto elettriche lasciate in carica, questa funzione non intacca la batteria.

5) Pianificare il percorso e inviarlo al navigatore
Invece di programmare il navigatore una volta seduti in auto, l’auto connessa consente di pianificare l’itinerario da casa e inviarlo poi al sistema di infotainment. Dal momento che la strumentazione dell’auto è un prolungamento dello smartphone, il guidatore ha la possibilità di fare le cose in qualunque momento dal proprio telefono e inviare poi i dati all’infotainment. Quando si è pronti per partire, sarà sufficiente avviare il percorso. Un esempio di questa applicazione è Car-Net con la funzione «Guide & Inform», presente sulla e-Golf.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Smart mobility

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.