Aston Martin Valkyrie Spider è una hypercar esclusiva. Sarà prodotta in soli 85 esemplari con le prime consegne che partiranno dalla seconda metà del 2022, una due posti velocissima e capace di performance sorprendenti.

Aston Martin Valkyrie Spider è la cabriolet più veloce ed estrema mai realizzata dal marchio inglese.

Offre un’esperienza di guida simile a quella di una monoposto di Formula 1, un modello frutto della collaborazione tra la Aston Martin e la Red Bull Advanced Technologies.

Aston Martin Valkyrie Spider: motore e prestazioni

Aston Martin Valkyrie Spider

Una potenza smisurata, il dodici cilindri da 6.5 litri con alimentazione ibrida sprigiona una potenza massima di 1.155 cavalli a 11.000 giri al minuto.

L’intera carrozzeria è realizzata in materiali compositi, rispetto alla sorella coupé è stato ricalibrato il sistema di aerodinamica attiva così come quello del telaio.

La forma a goccia della nuova spider inglese è frutto di attenti studi condotti nella galleria del vento, diverse le soluzioni aerodinamiche adottate che hanno consentito di ottenere valori di aderenza e tenuta ottimali: lunghi tubi di Venturi percorrono l’intera lunghezza del pianale dell’abitacolo aspirando una quantità d’aria tale da generare valori di deportanza straordinari: in modalità pista ad una velocità di 240 km/h il carico aerodinamico generato è di 1.400 chili.

Questa hypercar raggiunge una velocità massima di 330 km/h in configurazione open, mentre il tettuccio montato supera i 350 km/h.

Un’auto estrema in tutto ma anche e soprattutto piacevole da guidare, dove l’abitacolo e il conducente diventano i veri protagonisti di un’esperienza unica, la seduta di guida riprende lo schema delle monoposto di Formula 1, con il sedile centrale e le cinture di sicurezza a 6 punti.

Presente un sistema di telecamere che consentono di visualizzare ciò che accade all’esterno della vettura con immagini proiettate sul grande display posizionato al di sopra del quadro strumenti.

Aston Martin Valkyrie Spider

Rispetto alla coupé il tetto è completamente rimovibile, ha una parte centrale realizzata interamente in fibra di carbonio e provvisto di due finestrini panoramici in policarbonato. Nuovo è il design delle portiere, sono incernierate anteriormente e in fase di apertura si inclinano in avanti.

Adrian Newey direttore tecnico della Red Bull Racing ha dichiarato: “Fin dal primo momento del progetto Aston Martin Valkyrie siamo stati guidati da obiettivi ambiziosi che superano di gran lunga quelli di qualsiasi auto da strada creata fino a oggi”.

Aston Martin Valkyrie Spider ha una tecnologia da Formula 1

Durante le lunghe simulazioni che ne hanno preceduto la produzione finale, sono stati effettuati lap time incredibili e raggiunte performance impensabili per un’auto destinata alla circolazione su strada.

Aston Martin Valkyrie Spider

Nonostante una linea pulita e sinuosa il risultato ottenuto è da riferimento, non solo in termini di prestazioni pure (accelerazione e velocità massima), quanto nella sua capacità di raggiungere limiti di aderenza elevatissimi.

L’obiettivo era quello di eguagliare le prestazioni della coupé a fronte di un peso pressoché simile, un risultato perfettamente raggiunto.

Foto Aston Martin Valkyrie Spider