Azioni Mediaset in bilico dopo il rifiuto della resistenza a 2,60 euro

Dal pattern dark cloud cover costruito sulla resistenza a 2,60 euro emerge un segnale di debolezza sul titolo dell’azienda di Cologno Monzese. La price action rimane dunque incerta

Azioni Mediaset in bilico dopo il rifiuto della resistenza a 2,60 euro

Le rassicurazioni sul fronte dividendi e crescita pervenute dalla prima linea della società non scaldano la giornata borsistica di Mediaset. Trascorsa abbondantemente la prima metà di seduta infatti il titolo del Biscione scambia attorno alla parità, nonostante il segnale di apertura avuto con il lap up dei primi minuti di sessione.


Mediaset, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Graficamente si nota come la situazione non sia cambiata molto: i corsi del titolo, dopo una presa di respiro che gli ha permesso di andare ad effettuare il re-test di area 2,61 euro, non sono riusciti ad allungare il passo, venendo respinti dalla linea di tendenza che collega i minimi del 9 a quelli del 29 novembre 2016. L’impostazione che hanno al momento i prezzi resta fortemente ribassista, a dispetto delle notizie positive per la società.

Se le quotazioni dovessero scendere al di sotto di quota 2,47 euro, ci potrebbe essere una nuova accelerazione del ribasso in corso, che porterebbe i corsi fino ai fatidici supporti posti a 2,20 euro, lasciati in eredità dai minimi del 9 novembre 2016.

Sembrerebbe quindi che i prezzi non abbiano intenzione di effettuare un’inversione di tendenza a breve, con le candele del 10 e 11 settembre 2018 che hanno formato un pattern di dark cloud cover sulla resistenza. Tale pattern, seppur non localizzato in area di massimi, resta comunque un segnale della forte debolezza che caratterizza il titolo.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Mediaset


Elaborazione Ufficio Studi Money.it

Visto quanto emerso dall’analisi, si potrebbero adottare strategie di matrice ribassista alla prima chiusura al di sotto di 2,46 euro. Tale operatività prevedrebbe uno stop loss sopra 2,63 euro, un obiettivo principale a 2,25 euro e obiettivo finale a 2,20 euro.

Se invece i corsi dovessero tornare sopra 2,626 euro si potrebbe sfruttare l’occasione per adottare una strategia di matrice rialzista. In tal caso, lo stop loss andrebbe posto a 2,40 euro, l’obiettivo principale a 2,80 euro e l’obiettivo finale a 2,83 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.