Leonardo: il quadro tecnico si sta deteriorando

La struttura grafica del titolo quotato a Piazza Affari sta peggiorando dopo la rottura della base di congestione in cui i prezzi sono stati intrappolati negli ultimi tre mesi

Leonardo: il quadro tecnico si sta deteriorando

Apertura pesante per Leonardo, che inizia la seduta in gap down rispetto alla chiusura di ieri. A penalizzare il titolo contribuiscono anche le indiscrezioni relative ad un possibile taglio al budget per la Difesa da parte del Governo americano.


Leonardo, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Sul grafico giornaliero si nota come nella seduta di ieri i prezzi abbiano rotto quota 9,66 euro, area che corrisponde alla base della congestione che intrappolava i prezzi da quasi tre mesi.

Guardando più indietro però, c’erano già state avvisaglie relativamente alla fine del rimbalzo partito nella seconda metà di giugno 2018. Il segnale più importante è stato dato dalla rottura della linea di tendenza che collega i minimi del 27 giugno a quelli del 7 settembre 2018.

Aggiungendo all’analisi un ritracciamento di Fibonacci, si può vedere come oggi i corsi stiano cercando di reagire sul 61,8% del movimento partito il 27 giugno e concluso il 25 settembre.

Le quotazioni potrebbero quindi aver trovato una base per effettuare il re-test di 9,66 euro e tornare a scendere, in modo da continuare la tendenza ribassista intermedia in cui sono inserite.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Leonardo


Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

Visti gli elementi tecnici presenti sul grafico, si potrebbero valutare strategie di matrice ribassista ad un eventuale ritorno dei prezzi a 9,66 euro. In tal caso lo stop loss andrebbe posto a 10,20 euro, l’obiettivo principale a 8,97 euro mentre l’obiettivo finale a 8,78 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.