Ferragamo: strategie operative dopo la trimestrale

Le azioni del big italiano del lusso sono in evidenza a Piazza Affari, a seguito della trimestrale rilasciata ieri a mercati chiusi. La struttura tecnica favorisce operazioni di matrice rialzista, ma su ritracciamento

Ferragamo: strategie operative dopo la trimestrale

Le azioni Ferragamo sono in evidenza a Piazza Affari a seguito della pubblicazione della trimestrale rilasciata ieri a mercati chiusi (clicca qui per approfondire).


Ferragamo, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

A livello grafico, con il rialzo messo a segno oggi, i prezzi hanno confermato il recente modello di massimi e minimi crescenti che si è sviluppato da gennaio. Inoltre è stata anche violata la trendline discendente di medio periodo che conta il massimo segnato il 2 novembre e più recentemente il 30 aprile, ora transitante a 20,64 euro.

Nonostante l’uptrend messo a segno nel primo trimestre, la tendenza di lungo periodo rimane ancora ribassista. Questo fatto è evidenziato dall’andamento delle medie mobili a 50 e 200 giorni, in particolare la SMA50 rimane ancora al di sotto della SMA200, seppur in avvicinamento.

Osservando le indicazioni di momentum si può notare che l’oscillatore RSI settato a 14 periodi si sta portando velocemente in prossimità della soglia di ipercomprato ed è già ai livelli massimi di periodo, registrati durante l’andamento ascendente dei prezzi da metà febbraio.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Ferragamo


Elaborazione Ufficio studi di Money.it

Considerata la struttura tecnica di Ferragamo, si potrebbero implementare strategie di matrice rialzista su eventuale pullback a ridosso della trendline violata oggi, più precisamente a 20,64 euro.
Segnali di forza in prossimità di questo livello dinamico potrebbe essere sfruttati per implementare strategie di matrice long in linea con la tendenza dominante. Lo stop loss potrebbe essere posizionato poco al di sotto dell’attuale minimo di seduta, più precisamente a 20,25 euro.
Un primo obiettivo di profitto potrebbe essere collocato a 21,76 euro. Un target finale potrebbe essere collocato in prossimità della trendline ascendente di lungo periodo che conta il minimo segnato il 15 dicembre con il massimo segnato il 20 settembre scorso, ora transitante a 22,83 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.