Ambiente, quanto ci costa e che impatto ha la moda?

10 Novembre 2022 - 12:07

condividi

Ogni anno acquistiamo tonnellate di tessuti che poi, poco dopo, diventeranno rifiuti: quanto costa la moda all’ambiente?

Ambiente, quanto ci costa e che impatto ha la moda?

Ambiente, inquinamento e sostenibilità sono temi centrali dell’attualità. Il tessile, d’altra parte, è un settore molto impattante da un punto di vista ambientale: il problema più grande è la sovrapproduzione.

Con l’avvento del fast fashion, negli anni Duemila, la sovrapproduzione di abiti è la nuova normalità. Ogni anno nel mondo vengono prodotti 17 milioni di tonnellate di tessuti e se da un lato è vero che rispetto al passato si acquista molto più di frequente, allo stesso tempo dobbiamo ammettere che i rifiuti tessili sono tantissimi, ogni anno. Circa 11 milioni di tonnellate.

Ma quanti prodotti acquistiamo ogni anno? Secondo le statistiche, in Europa, si acquistano 16 chili di prodotti tessili all’anno per persona. A dirlo è il report del Parlamento europeo. Rispetto a qualche anno fa, precisamente agli anni Novanta, ognuno di noi acquista il 40% in più.

Forse questo dipende anche dalla qualità, sempre meno ricercata, dei prodotti e in particolare di quelli del fast fashion. Negli anni la durabilità dei prodotti è diminuita di almeno il 36% rispetto al passato: gli abiti che compriamo oggi durano meno di 160 utilizzi. Ma tutto questo comporta che in Europa ogni anno una persona produce 654 chili di CO2.

Oltre all’enorme danno ambientale creato dalla sovrapproduzione della moda, un costo altissimo di questo tipo di produzione fast e low cost è pagato dai lavoratori dei fornitori delle nuove catene del super fast fashion. Questo a causa della necessità di produrre molto e in fretta mantenendo un costo basso al consumatore impone che i brand risparmino sul costo della forza lavoro sia per il salario che per le condizioni lavorative.

Continua a leggere su LifeGate.it

Argomenti

# Moda

Iscriviti a Money.it