Vaccino Covid in farmacia, a Roma e nel Lazio dal 20 aprile: a chi tocca e come funziona

Laura Pellegrini

1 Aprile 2021 - 10:32

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Vaccini Covid in farmacia a Roma e nel Lazio dal 20 aprile. Ci si vaccinerà con il siero monodose Johnson&Johnson. Chi potrà riceverlo e come funziona la prenotazione. La guida.

Vaccino Covid in farmacia, a Roma e nel Lazio dal 20 aprile: a chi tocca e come funziona

Il vaccino Covid arriva anche in farmacia: a Roma e nel Lazio si parte dal 20 aprile con le prime somministrazioni dei sieri monodose di Johnson & Johnson.

Ciò permetterà di accelerare ulteriormente la campagna di vaccinazione e consentirà alle farmacie di iniettare una sola dose di vaccino senza la necessità di programmare i richiami.

Il vero punto debole del vaccino in farmacia, però, potrebbero essere le forniture: Johnson & Johnson arriva in Italia il 16 aprile, ma solo dal 19 sarà disponibile nei magazzini romani. Non solo in farmacia: il vaccino Covid di Johnson & Johnson potrà essere usato anche dai medici di famiglia per vaccinare i pazienti.

Ecco una guida al vaccino Covid in farmacia a Roma e nel Lazio: chi potrà farlo, come prenotarsi, calendario e fasce d’età.

Vaccino Covid in farmacia a Roma e nel Lazio: a chi spetta

Il vaccino Covid in farmacia permetterà a Roma e al Lazio di allargare ulteriormente le classi di età coinvolte nella campagna vaccinale, che è tra le più performanti in Italia. Dopo il superamento del milione di somministrazioni effettuate in Regione, il Lazio punta ad allargare la campagna anche ai cittadini sotto i 60 anni.

Questo potrebbe essere il target di popolazione alla quale verrà somministrato in farmacia il vaccino Covid monodose Johnson & Johnson: si parte dal 20 aprile (dosi permettendo) con la fascia di età compresa tra i 60 e i 55 anni.

Ma l’incertezza sulla consegna dei vaccini Covid e l’arrivo delle dosi nel Lazio rende difficile l’organizzazione e la pianificazione delle somministrazioni. “Mi auguro che nelle prossime ore vengano dati ulteriori elementi di garanzia sulle forniture dei vaccini - ha detto l’assessore alla Sanità del Lazio -. Il tema oggi non sono i luoghi di somministrazione, ma esclusivamente le dosi”.

Lazio, vaccino Covid in farmacia: come prenotare

Per prenotare la propria dose di vaccino Covid in farmacia è possibile accedere al portale della Regione Lazio dedicato anche alle prenotazioni per le altre categorie di cittadini che hanno diritto alla somministrazione. Prima della somministrazione, però, il paziente dovrà compilare il modulo per l’acquisizione del consenso.

L’appuntamento verrà fissato nella farmacia più vicina a casa, in data e ora prestabilite nel momento della prenotazione. Dopo l’iniezione sarà necessario attendere almeno 15 minuti nella sala dedicata per verificare eventuali reazioni avverse. Nel caso in cui si verificassero problemi in seguito alla somministrazione, il farmacista può chiamare un’ambulanza o procedere iniettando adrenalina intramuscolo.

Le adesioni attualmente raccolte, che riguardano i cittadini tra i 60 e i 55 anni, sono circa 1.200, mentre i corsi di formazione per i vaccinatori partiranno dalla settimana prossima. Ma è necessario accelerare e aprire le prenotazioni anche agli under 55.

Va ampliato il target di riferimento - ha detto Claudia Passalacqua di Federfarma, presidente di Assifar Servizi srl -. Solo in questo modo possiamo dare un contributo forte al programma vaccinale. Nella fascia tra i 50 e i 60 anni ci sono tanti professori e agenti delle forze dell’ordine già vaccinati”.

Vaccino Covid in farmacia: le dosi disponibili nel Lazio

Il vaccino Covid Johnson & Johnson, che verrà sfruttato nelle farmacie, è ambito anche dai medici di famiglia, ai quali spetterà un numero limitato di dosi. La praticità e il vantaggio di questo siero è che basta una sola iniezione per immunizzare un soggetto: ciò consente di non pianificare i richiami.

Il Lazio dovrebbe ricevere le prime 50 mila boccette di Johnson & Johnson il 19 aprile: se i tempi saranno rispettati, quindi, si potranno cominciare le somministrazioni del vaccino Covid anche in farmacia dal 20 aprile.

Ma con un ritmo di 25 mila vaccinazioni al giorno nel Lazio, le prime dosi potrebbero durare soltanto due giorni e questo preoccupa l’assessore Alessio D’Amato. “Mancano numeri chiari sulle consegne dei vaccini - ha spiegato -, l’ho anche detto alla conferenza Stato–Regioni. Non basta declinare il totale del trimestre, bisogna avere un quadro certo delle prossime settimane”.

Come ha spiegato ancora D’Amato, ad oggi sono sconosciuti “il numero dei vaccini Johnson&Johnson che arriveranno nei mesi di aprile e maggio e non abbiamo i numeri esatti delle consegne di maggio per nessuno dei quattro vaccini” approvati in Italia.

Argomenti

# Roma
# Lazio

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO